Discussione:
Consiglio sui Blind Guardian
(troppo vecchio per rispondere)
Stefano Rizzo
2007-04-22 18:46:04 UTC
Permalink
Come sono? Li conosco di nome da quindici anni (perchè fecero una cover dei
queen e mi rimasero in mente). Mi potrebbero piacere se non fossero troppo
infantile-finto-fantasy e molto ben costruiti nei suoni e nei pezzi.

Sono definibili Epic-metal? Rispetto ai Manowar come sono? credo meno
aggressivi...


Steve
Niccolo' Carli
2007-04-22 18:50:31 UTC
Permalink
Post by Stefano Rizzo
Sono definibili Epic-metal? Rispetto ai Manowar come sono? credo meno
aggressivi...
Se col termine intendi l'epic metal come s'intende storicamente, no. Se
lo intendi in senso letterale di metal epico, si. I BG non hanno niente
a che fare coi Manwar, in ogni caso. Sono tedeschi, e si sente: cori
imponenti, brani dalle ritmiche veloci e squassanti su cui si adagiano
melodie che non ti aspetteresti. Partono da un misto di Helloween e
Metallica e poi ci edificano un complesso castello leggendarione con
armonie medievaleggianti, cori epici che pigliano dal musical e dai
Savatage, e quindicimila sovraincisioni che fanno l'effetto sinfonia di
metallo. Quando va bene va bene, quando va male sbriciola i coglioni.
Io ti consiglio Somewhere Far Beyond che e' bellissimo.
Niccolo'.
The Sentinel
2007-04-22 22:01:30 UTC
Permalink
cori epici che pigliano dal musical e dai Savatage,
Mah, per il discorso musical bisognerebbe vedere quali intendi, non direi
che sono tutti uguali i cori dei musical, e per i Sava io a dir la verita'
non ci sento molto il loro approccio, quelli dei BG sono sempre stati piu'
imponenti ma allo stesso tempo piu' diretti e d'impatto...
e quindicimila sovraincisioni
rispecifico che questo vale pero' solo per album come "Nightfall..." o "A
Night At...", per i 3 precedenti o anche per l'ultimo (per non parlare dei
primi 2, ancora piu' scarni ovviamente) direi che ne utilizzavano quanto
tanti colleghi e di solito per doppiare parti identiche e non per
intrecciare molte linee diverse.

--
Alessio "The Sentinel"
Stefano Rizzo
2007-04-23 12:51:41 UTC
Permalink
Post by Stefano Rizzo
Sono definibili Epic-metal? Rispetto ai Manowar come sono? credo meno
aggressivi...
Se col termine intendi l'epic metal come s'intende storicamente, no. Se lo
intendi in senso letterale di metal epico, si. I BG non hanno niente a che
fare coi Manwar, in ogni caso. Sono tedeschi, e si sente: cori imponenti,
brani dalle ritmiche veloci e squassanti su cui si adagiano melodie che
non ti aspetteresti. Partono da un misto di Helloween e Metallica e poi ci
edificano un complesso castello leggendarione con armonie
medievaleggianti, cori epici che pigliano dal musical e dai Savatage, e
quindicimila sovraincisioni che fanno l'effetto sinfonia di metallo.
Quando va bene va bene, quando va male sbriciola i coglioni.
Io ti consiglio Somewhere Far Beyond che e' bellissimo.
Niccolo'.
Ottima descrizione: dato che conosco bene tutti i gruppi citati, in realtà
mi ero fatto l'idea giusta. L'album che consigli è proprio l'album in cui
c'è Spread your wings e che mi ero segnato 15 anni fa quando leggevo Metal
shock e mi facevo delle liste di CD da acquistare lunghe chilometri...


P.s. Pazzesco come a volte, senza ascoltare un disco, accumulata tanta
esperienza di musica, sai già prima come suonerà? Mi ricordo una volta (15
anni fa) in cui ho riconosciuto un gruppo alla radio (erano gli stone roses)
senza aver mai ascoltato un loro disco nè conoscere titoli o testi dei loro
pezzi ma basandomi solo su descrizioni di qualche rivista). Roba per la
quale vanno matti musicologi come Franco Fabbri!
Niccolo' Carli
2007-04-23 13:02:46 UTC
Permalink
Post by Stefano Rizzo
P.s. Pazzesco come a volte, senza ascoltare un disco, accumulata tanta
esperienza di musica, sai già prima come suonerà?
Pazzesco? No, credo, anzi, temo sia normale. Se te hai esperienza, e
ti viene data una descrizione piuttosto centrata (se e' possibile), ti
fai un'idea piuttosto precisa.
Post by Stefano Rizzo
Mi ricordo una volta (15
anni fa) in cui ho riconosciuto un gruppo alla radio (erano gli stone roses)
senza aver mai ascoltato un loro disco nè conoscere titoli o testi dei loro
pezzi ma basandomi solo su descrizioni di qualche rivista). Roba per la
quale vanno matti musicologi come Franco Fabbri!
Cioe', li hai riconosciuti all'ascolto in base a quel che ricordavi
dalle recensioni? Ganzo! :) Io avrei detto "toh, devono essere quegli
spastici degli Stone Roses!" :)
Niccolo'.
Stefano Rizzo
2007-04-23 18:53:22 UTC
Permalink
Post by Stefano Rizzo
P.s. Pazzesco come a volte, senza ascoltare un disco, accumulata tanta
esperienza di musica, sai già prima come suonerà?
Pazzesco? No, credo, anzi, temo sia normale. Se te hai esperienza, e
ti viene data una descrizione piuttosto centrata (se e' possibile), ti
fai un'idea piuttosto precisa.
Post by Stefano Rizzo
Mi ricordo una volta (15
anni fa) in cui ho riconosciuto un gruppo alla radio (erano gli stone roses)
senza aver mai ascoltato un loro disco nè conoscere titoli o testi dei loro
pezzi ma basandomi solo su descrizioni di qualche rivista). Roba per la
quale vanno matti musicologi come Franco Fabbri!
Cioe', li hai riconosciuti all'ascolto in base a quel che ricordavi
dalle recensioni? Ganzo! :) Io avrei detto "toh, devono essere quegli
spastici degli Stone Roses!" :)
Niccolo'.


Premetto che non li amo particolarmente ma ero proprio riuscito a
riconoscerli in base alla descrizione di un certo "nuovo" sound
inglese...sono quelle cose che ti fanno capire che sei destinato ad
ascoltare/scrivere di/suonare musica. Insomma che stai per diventarne un
drogato, come sono io ora...
Niccolo' Carli
2007-04-23 18:57:49 UTC
Permalink
Post by Stefano Rizzo
Premetto che non li amo particolarmente ma ero proprio riuscito a
riconoscerli in base alla descrizione di un certo "nuovo" sound
inglese...sono quelle cose che ti fanno capire che sei destinato ad
ascoltare/scrivere di/suonare musica. Insomma che stai per diventarne un
drogato, come sono io ora...
Hai pronunziato la parola magica. Smetti di ascoltare la metalz. Ti sei
tradito con le tue goffe manone.
Niccolo'.
The Sentinel
2007-04-23 20:48:22 UTC
Permalink
Post by Niccolo' Carli
Hai pronunziato la parola magica. Smetti di ascoltare la metalz. Ti sei
tradito con le tue goffe manone.
LOL...dai, questa e' cosi' forzata (visto che c'e' scritto chiaro e tondo
"drogato _di_ etc.", che e' un modo di dire per "passione sconfinata
per...", quindi non vedo con quali arrampicate uno dovrebbe collegare il
discorso alle droghe in quanto tali) che non puo' passare nemmeno come
battuta...stai regredendo di brutto anche come ironia...stai ascoltando
troppa roba di merda, secondo me e' quello :-D

--
Alessio "The Sentinel"
The Sentinel
2007-04-23 20:42:10 UTC
Permalink
Post by Stefano Rizzo
Ottima descrizione: dato che conosco bene tutti i gruppi citati, in realtà
mi ero fatto l'idea giusta. L'album che consigli è proprio l'album in cui
c'è Spread your wings
Ma in realta' e' come bonus-track nella seconda stampa del cd se non erro (o
forse era direttamente la prima, ora non ricordo bene, cmq ho anch'io
quella), la track-list originale del disco in teoria dovrebbe terminare con
la title-track...
Post by Stefano Rizzo
e che mi ero segnato 15 anni fa quando leggevo Metal shock e mi facevo
delle liste di CD da acquistare lunghe chilometri...
eheh, io facevo lo stesso (anche se non proprio lunghissime, cercavo di
selezionare gia' solo quelli delle rece che mi entusiasmavano e ispiravano
di piu') con quelle di Flash i primissimi tempi che la prendevo (parlo
anch'io di '92-'93), ma al tempo dovevano ancora esplodere tutti i cataloghi
specializzati (anche solo cartacei, perche' ovviamente internet stessa era
solo all'orizzonte appena) e quindi la maggior parte dei nomi non di primo
piano (cioe' quelli che trovavo anche nei negozi di dischi generici) era
duro trovarli e li rimandavo sempre, di quelli prendevo qualcosa ogni tanto
giusto se capitavo a Viareggio, dove c'era un negozio specializzato in
hard/metal chiamato Atlantic Star.

Cmq quando in seguito ho avuto modo di sentirli per vie traverse, ho notato
spesso che se li avessi presi a scatola chiusa molti di essi mi avrebbero
deluso, perche' dalla rece mi ero magari immaginato tutt'altro al tempo,
avendo ancora poca esperienza anche con molti termini usati nelle stesse, o
per esempio perche' pur essendo lo stile quello che avevo immaginato
leggendo la rece, il livello secondo me era molto piu' basso di quello che
sosteneva lo scribacchino di turno (anche se questo succede piu' spesso
oggi, al confronto una volta erano tutti di manica strettissima, oggi
tantissimi a dischi solo discreti o addirittura per me appena sufficienti
danno senza problemi valutazioni dal 7 in su)...
Post by Stefano Rizzo
P.s. Pazzesco come a volte, senza ascoltare un disco, accumulata tanta
esperienza di musica, sai già prima come suonerà?
si ovvio, ma cmq stai sicuro che con precisione lo saprai sempre e solo una
volta sentiti, una rece per quanto fatta bene non te lo fara' mai "sentire"
davvero, senza contare che non e' detto che se anche hai capito bene i
riferimenti di una band questa suoni per forza similissima o uguale ad
un'altra che ha le stesse influenze, perche' dipende ovviamente da come
queste vengono rielaborate, da quanto c'e' di una o dell'altra etc., e i BG
sono stati (quasi) sempre personalissimi pur in ambito power-speed e affini.

Nel loro caso infatti sentirai che in realta', almeno i primi tempi, sono
sempre stati molto piu' vicini a primi Helloween e qualcos'altro di
power-speed europeo precedente a loro, hanno poco a che fare con i Metallica
o col thrash in generale (i riff e le ritmiche sono spesso serratissime come
pochi altri lo sono stati in campo classico, ma la "serratezza" non basta a
parlare di riff thrash, che e' di solito _stilisticamente_ diverso), cosi'
come coi Savatage e ancor meno, se non nulla, coi Queen (nel caso tu
sperassi che solo perche' ne hanno fatto una cover o perche' hanno
intitolato un loro disco come uno storico di quel gruppo, allora ne debbano
essere influenzati nettamente...anche se sono il gruppo preferito del
cantante cmq, l'ha detto piu' volte in interviste varie se non ricordo male,
ma vuol dir poco, il gruppo preferito di Lemmy sono i Beatles no? :-DDDD)
Post by Stefano Rizzo
Mi ricordo una volta (15 anni fa) in cui ho riconosciuto un gruppo alla
radio (erano gli stone >roses) senza aver mai ascoltato un loro disco nè
conoscere titoli o testi dei loro pezzi ma basandomi solo su descrizioni di
qualche rivista).
si qualche volta e' capitato anche a me, anche se magari non si trattava di
roba sentita alla radio ma invece da qualche cd "anonimo" che mi aveva fatto
qualcuno, o da uno streaming in rete prima ancora che leggessi il gruppo o
titolo scritto sotto e cose cosi'...
Post by Stefano Rizzo
Roba per la quale vanno matti musicologi come Franco Fabbri!
boh, non so chi sia :-D

--
Alessio "The Sentinel"
Niccolo' Carli
2007-04-23 21:33:30 UTC
Permalink
Post by The Sentinel
Post by Stefano Rizzo
Ottima descrizione: dato che conosco bene tutti i gruppi citati, in realtà
mi ero fatto l'idea giusta. L'album che consigli è proprio l'album in cui
c'è Spread your wings
Ma in realta' e' come bonus-track nella seconda stampa del cd se non erro (o
forse era direttamente la prima, ora non ricordo bene, cmq ho anch'io
quella), la track-list originale del disco in teoria dovrebbe terminare con
la title-track...
Io lo presi all'epoca e c'era gia' la cover di Spread Your Wings come
bonus. Forse quelle senza bonus sono state mangiate tutte in G&G
(Germania e Giappone).
Niccolo'.
The Sentinel
2007-04-23 22:00:36 UTC
Permalink
Post by Niccolo' Carli
Io lo presi all'epoca e c'era gia' la cover di Spread Your Wings come
bonus.
Ah ecco, io i dischi pre-primo live ufficiale li recuperai non prima del
'96-'97, perche' fino ad allora si trovavano male, pero' quando li trovai su
un catalogo notai subito che non avevano l'aspetto di ristampe ma di
classiche prime stampe, nonostante mi stupisse appunto il fatto che ci
fossero delle bonus-track, cosa che di solito caratterizza le ristampe...
Post by Niccolo' Carli
Forse quelle senza bonus sono state mangiate tutte in G&G (Germania e
Giappone).
ci sta, ma sempre ammesso che le versioni in cd siano mai uscite senza, ci
sta anche di no (in "Tales From The..." invece ho "run for the night" dal
debutto, live pero', confermi anche te pure per quello?).

Ah, anche nei primi 2 ce ne sono, nelle stampe che ho io in cd (tra l'altro
questi scarsini davvero, classico libretto-foglietto piegato in 2, niente
testi etc.), recuperate anche queste anni dopo: nel debutto pero' se non
ricordo male e' un pezzo loro non una cover, e e' in mezzo alla scaletta non
in fondo, mentre in "FTB" ci sono 2 cover in fondo (don't break the circle,
dei Demon mi pare, e "barbara ann") e un altro pezzo loro anche qui in mezzo
alla scaletta.

--
Alessio "The Sentinel"
Niccolo' Carli
2007-04-23 22:04:37 UTC
Permalink
Post by The Sentinel
ci sta, ma sempre ammesso che le versioni in cd siano mai uscite senza, ci
sta anche di no (in "Tales From The..." invece ho "run for the night" dal
debutto, live pero', confermi anche te pure per quello?).
Si, pari pari ugualo uguaglio.
Post by The Sentinel
Ah, anche nei primi 2 ce ne sono, nelle stampe che ho io in cd (tra l'altro
questi scarsini davvero, classico libretto-foglietto piegato in 2, niente
testi etc.), recuperate anche queste anni dopo: nel debutto pero' se non
ricordo male e' un pezzo loro non una cover, e e' in mezzo alla scaletta non
in fondo, mentre in "FTB" ci sono 2 cover in fondo (don't break the circle,
dei Demon mi pare, e "barbara ann") e un altro pezzo loro anche qui in mezzo
alla scaletta.
Credo che Barbara Ann sia parte della tracklist ufficiale, mentre RFT
sia una cover. Non ricordo bene perche' quei due in cd non ce li ho e
non si sento da una valanga di tempo. Pero' le vecchia cassette muffose
ce le ho, da qualche parte! :)
Niccolo'.
The Sentinel
2007-04-24 22:20:49 UTC
Permalink
Credo che Barbara Ann sia parte della tracklist ufficiale, mentre RFT sia
una cover. Non ricordo bene perche' quei due in cd non ce li ho e non si
sento da una valanga di tempo. Pero' le vecchia cassette muffose ce le ho,
da qualche parte! :)
Ma hai le versioni in cassettine originali (se si, ganze!) o
anonime/doppiate?

Cmq ho controllato io: nel debutto sul cd e' segnata come bonus solo la
conclusiva "Gandalf's Rebirth" (non l'ho risentita ma mi ricordo fosse un
breve pezzo stile riarrangiamento di roba classica, strumentale), mentre in
"Follow The Blind" e' come dici te (intendevi "don't break the circle" con
RFT te? :-D), cioe' la conclusiva "barbara ann" e' un pezzo "titolare"
normale, mentre la cover dei Demon, penultimo pezzo, e' appunto una bonus.

I cd sono marchiati 1991 dalla Virgin, quindi li avranno ristampati in cd
per la prima volta appena dopo l'uscita del terzo disco, quando cominciarono
probabilmente a farsi notare un po' di piu' in giro e cmq quando il cd
comincio' a esplodere davvero e a soppiantare definitivamente il vinile tra
moltissimi appassionati.

--
Alessio "The Sentinel"
Colossale Pezzo di Idiota
2007-04-24 22:38:36 UTC
Permalink
Post by The Sentinel
Credo che Barbara Ann sia parte della tracklist ufficiale, mentre RFT sia
una cover. Non ricordo bene perche' quei due in cd non ce li ho e non si
sento da una valanga di tempo. Pero' le vecchia cassette muffose ce le ho,
da qualche parte! :)
Ma hai le versioni in cassettine originali (se si, ganze!) o
anonime/doppiate?
Cmq ho controllato io: nel debutto sul cd e' segnata come bonus solo la
conclusiva "Gandalf's Rebirth" (non l'ho risentita ma mi ricordo fosse un
breve pezzo stile riarrangiamento di roba classica,
EEEEH?
ROBA CLASSICA?
RIARRANGIAMENTO?

--

Io.
Niccolo' Carli
2007-04-24 23:16:00 UTC
Permalink
Post by The Sentinel
Ma hai le versioni in cassettine originali (se si, ganze!) o
anonime/doppiate?
Solite doppiate. Un mio amico si prese i primi due dischi dei BG, io i
secondi due. Ci sentivamo underground a bestia!
Post by The Sentinel
Cmq ho controllato io: nel debutto sul cd e' segnata come bonus solo la
conclusiva "Gandalf's Rebirth" (non l'ho risentita ma mi ricordo fosse un
breve pezzo stile riarrangiamento di roba classica, strumentale), mentre in
"Follow The Blind" e' come dici te (intendevi "don't break the circle" con
RFT te? :-D), cioe' la conclusiva "barbara ann" e' un pezzo "titolare"
normale, mentre la cover dei Demon, penultimo pezzo, e' appunto una bonus.
Si, ho scasinato.
Niccolo'.
Daniele Purrone
2007-04-24 14:53:30 UTC
Permalink
Post by Niccolo' Carli
Io lo presi all'epoca e c'era gia' la cover di Spread Your Wings come
bonus. Forse quelle senza bonus sono state mangiate tutte in G&G
No, è che all'epoca i dischi uscivano ancora in vinile. Le bonus track
erano solo sul CD.

Daniele
--
Bunnies aren't just cute like everybody supposes
They've got them hoppy legs and twitchy little noses!
And what's with all the carrots
What do they need such good eyesight for anyway?
Bunnies, bunnies it must be bunnies!

www.purrone.net

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Niccolo' Carli
2007-04-24 16:54:38 UTC
Permalink
Post by Daniele Purrone
No, è che all'epoca i dischi uscivano ancora in vinile. Le bonus track
erano solo sul CD.
Gia' e' vero, ecco l'arcano! E' colpa dei vinili! :)
Niccolo'.
The Sentinel
2007-04-24 17:38:04 UTC
Permalink
Post by Niccolo' Carli
Gia' e' vero, ecco l'arcano! E' colpa dei vinili! :)
Uscivano semmai ancora _anche_ in vinile, non solo pero', perche' nel
'92-'93 uscivano gia' regolarmente anche in cd praticamente tutte le band
(anzi, al limite quelle che dovevano scegliere per questioni di bacino
d'utenza -fama insomma- di tagliare alcuni tipi di supporti tagliavano per
primo il vinile, in secondo luogo le cassette, non certo il cd), anche
quelle ancora relativamente underground come i BG. La ragione della non
inclusione di bonus-track anche nelle edizioni vinile credo sia legata
semplicemente al limite di durata degli stessi rispetto a un cd, ma le
uscite per quei dischi dei BG di cui si parlava dovrebbero essere state
contemporanee nei vari formati, e non successive in cd e solo vinile al
momento della data di uscita ufficiale, anche perche' le rece al tempo
parlavano gia' tutte di cd non di dischi.

--
Alessio "The Sentinel"
And don't forget my doggie, fixed and consequent (troll).
2007-04-22 19:01:56 UTC
Permalink
Post by Stefano Rizzo
Come sono? Li conosco di nome da quindici anni (perchè fecero una cover dei
queen e mi rimasero in mente).
In realtà la loro cover di To France è una delle poche degne di
esistere (oltre a tutte quelle di Tori Amos, chiaro), capace di
rivaleggiare degnamente con l'originale.
L'ultimo disco è metà buono, metà così-così, in generale di roba buona
ne hanno fatta.
Mai spadoni di smeraldone gratuiti.

--

Io.
Vide
2007-04-23 16:11:37 UTC
Permalink
Post by And don't forget my doggie, fixed and consequent (troll).
In realtà la loro cover di To France è una delle poche degne di
esistere (oltre a tutte quelle di Tori Amos, chiaro), capace di
rivaleggiare degnamente con l'originale.
Effettivamente è super-fica (come l'originale, non credo che da
un'associazione di note come la melodia di To France possa mai uscire
qualcosa di orrendo, anche se riarrangiata
brutal-death-hip-hop-latino-americano)
--
Vide
Ray Alder IL BUFFO
2007-04-23 16:21:35 UTC
Permalink
Post by Vide
Effettivamente è super-fica (come l'originale, non credo che da
un'associazione di note come la melodia di To France possa mai uscire
qualcosa di orrendo, anche se riarrangiata
brutal-death-hip-hop-latino-americano)
Mi sento di quotarti... :-)


--
Ray Alder IL BUFFO
And don't forget my doggie, fixed and consequent (troll).
2007-04-23 17:59:56 UTC
Permalink
Post by Ray Alder IL BUFFO
Post by Vide
Effettivamente è super-fica (come l'originale, non credo che da
un'associazione di note come la melodia di To France possa mai uscire
qualcosa di orrendo, anche se riarrangiata
brutal-death-hip-hop-latino-americano)
Mi sento di quotarti... :-)
Tranquilli, adesso arriva Fumi a denunciare il complotto progghettaro
ai danni del metal-metal e a consigliare una selezionata discografia
dei Manotrans.

--

Io.
Pierluigi Fumi
2007-04-23 18:22:13 UTC
Permalink
Post by And don't forget my doggie, fixed and consequent (troll).
Tranquilli, adesso arriva Fumi a denunciare il complotto progghettaro
ai danni del metal-metal e a consigliare una selezionata discografia
dei Manotrans.
non dico che il progghe e` un complotto contro il metal.
E` un complotto contro l'Universo intero.

Non mi stupirei affatto se dovessi scoprire che i Borg ascoltino i
merd tiater mentre si rigenerano.
Colossale Pezzo di Idiota
2007-04-23 18:58:54 UTC
Permalink
Post by Pierluigi Fumi
Post by And don't forget my doggie, fixed and consequent (troll).
Tranquilli, adesso arriva Fumi a denunciare il complotto progghettaro
ai danni del metal-metal e a consigliare una selezionata discografia
dei Manotrans.
non dico che il progghe e` un complotto contro il metal.
E` un complotto contro l'Universo intero.
Non mi stupirei affatto se dovessi scoprire che i Borg ascoltino i
merd tiater mentre si rigenerano.
Sì, e i Klingon ascoltano i Manowali.

"Qaplà And Kill!"
"Qaplà And Kill!"

...esattamente, cosa hanno in comune Mike Oldfield, il progghe e i Merd
Theater?

--

Io.
Pierluigi Fumi
2007-04-23 19:10:07 UTC
Permalink
Post by Colossale Pezzo di Idiota
Sì, e i Klingon ascoltano i Manowali.
"Qaplà And Kill!"
"Qaplà And Kill!"
sei solo un invidioso frontepiatta.
Post by Colossale Pezzo di Idiota
...esattamente, cosa hanno in comune Mike Oldfield, il progghe e i Merd
Theater?
non farmi essere volgare.
Daniele Purrone
2007-04-24 14:34:22 UTC
Permalink
Post by Pierluigi Fumi
Non mi stupirei affatto se dovessi scoprire che i Borg ascoltino i
merd tiater mentre si rigenerano.
Se lo facessero, verrebbero sterminati tutti alla prima occasione (ok,
l'ha già fatto la Janeway, quindi forse è un po' vero).

Secondo me i Borg ascoltano i Meshuggah, i Klingon ascoltano i Manowar, e
i Romulani ascoltano i Judas Priest.

Daniele
--
Bunnies aren't just cute like everybody supposes
They've got them hoppy legs and twitchy little noses!
And what's with all the carrots
What do they need such good eyesight for anyway?
Bunnies, bunnies it must be bunnies!

www.purrone.net

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Annarella
2007-04-24 15:03:24 UTC
Permalink
Il Tue, 24 Apr 2007 16:34:22 +0200, Daniele Purrone
Post by Daniele Purrone
Secondo me i Borg ascoltano i Meshuggah, i Klingon ascoltano i Manowar, e
i Romulani ascoltano i Judas Priest.
Ed i Vogon ?
--
Annarella

When did ignorance become a point of view?
(Scott Adams)
http://danzasullacqua.blogspot.com
Daniele Purrone
2007-04-24 17:42:54 UTC
Permalink
Post by Annarella
Ed i Vogon ?
Chiaramente i Gwar.

Daniele
--
my website: www.purrone.net

And though the reason now is gone... the battle rages on!
Colossale Pezzo di Idiota
2007-04-24 18:35:55 UTC
Permalink
Post by Daniele Purrone
Post by Annarella
Ed i Vogon ?
Chiaramente i Gwar.
Weird Al.

--

Io.
Colossale Pezzo di Idiota
2007-04-24 18:35:32 UTC
Permalink
Post by Daniele Purrone
Post by Pierluigi Fumi
Non mi stupirei affatto se dovessi scoprire che i Borg ascoltino i
merd tiater mentre si rigenerano.
Se lo facessero, verrebbero sterminati tutti alla prima occasione (ok,
l'ha già fatto la Janeway, quindi forse è un po' vero).
Va bene, amico spoilerone.
Ora mi dici cosa stai guardando adesso, che ti racconto
tutto-tutto-tutto.
Post by Daniele Purrone
Secondo me i Borg ascoltano i Meshuggah,
No.
Ascoltano roba emo.
Post by Daniele Purrone
i Klingon ascoltano i Manowar,
Sì.
Post by Daniele Purrone
i Romulani ascoltano i Judas Priest.
No.

I Romulani li vedo più da Meshuggah, o altra roba da zappaghiaccio
incazzati.

I Vulcaniani ascoltano i Rush.

--

Io.
Daniele Purrone
2007-04-24 20:07:00 UTC
Permalink
Post by Colossale Pezzo di Idiota
Va bene, amico spoilerone.
Ora mi dici cosa stai guardando adesso, che ti racconto
tutto-tutto-tutto.
Fammi capire, tu credi sul serio che esista una storia in cui la Janeway
distrugge da sola tutti i Borg?
Dai, sarebbe una cazzata tale... nessuno avrebbe mai il coraggio di
scrivere una simile minchiata!
Post by Colossale Pezzo di Idiota
Post by Daniele Purrone
Secondo me i Borg ascoltano i Meshuggah,
No.
Ascoltano roba emo.
Ma no! Il sound meccanico, cibernetico e alieno dei Meshuggah è perfetto
per loro!
Post by Colossale Pezzo di Idiota
Post by Daniele Purrone
i Klingon ascoltano i Manowar,
Sì.
My blade is sharp as is my eye
And all who challenge me will die
I am a Klingon warrior and
Ready for battle do I stand
To challenge I don't hesitate
Nor to accept one do I wait
I glory in battle for you see
I always gain the victory!

Whimps and p'taks leave the hall!
Post by Colossale Pezzo di Idiota
Post by Daniele Purrone
i Romulani ascoltano i Judas Priest.
No.
Si, invece. Infidi come Jack The Ripper!
Post by Colossale Pezzo di Idiota
I Romulani li vedo più da Meshuggah, o altra roba da zappaghiaccio
incazzati.
Tu stai pensando ai Jem'Hadar, ma loro ascoltano i Fear Factory.
Post by Colossale Pezzo di Idiota
I Vulcaniani ascoltano i Rush.
Giusto!

E i Ferengi? Ascoltano sicuramente le varie metal opera con Jorn Lande e
Joe Lynn Turner!

Daniele
--
my website: www.purrone.net

And though the reason now is gone... the battle rages on!
Silver Drake
2007-04-24 20:15:03 UTC
Permalink
Post by Daniele Purrone
Fammi capire, tu credi sul serio che esista una storia in cui la Janeway
distrugge da sola tutti i Borg?
Dai, sarebbe una cazzata tale... nessuno avrebbe mai il coraggio di
scrivere una simile minchiata!
ammi capire, tu credi sul serio che esista una storia in cui un bambino
jedi (più potente di qualsiasi essere nell'universo) nasce senza che
nessuno se ne accorga (compresa gente che percepisce gli altri a due/tre
galassie di distanza), accende per caso un caccia e distrugge per sbaglio
la nave ammiraglia nemica riuscendo pure a salvarsi?
Dai, sarebbe una cazzata tale... nessuno avrebbe mai il coraggio di
scrivere una simile minchiata!

:D oppure :(

See you,
Silver Drake
--
RADIO HELL - HELL FORCE ONE
http://www.myspace.com/rh666
http://www.radiohell.it
ANY METAL? EVERY METAL!
Daniele Purrone
2007-04-25 14:18:06 UTC
Permalink
Fammi capire, tu credi sul serio che esista una storia in cui un
bambino jedi
No, non ci credo. Come non esistono irritanti esseri pescio-umanoidi che
parlano in una specie di esperanto (o era interlingua?), nè irritanti
jedi adolescenti isterici in preda a crisi ormonali e in fase di
ribellione dai propri mentori, al punto da cadere nel lato oscuro della
forza.
Io credo solo a tre episodi.

Daniele
--
my website: www.purrone.net

And though the reason now is gone... the battle rages on!
Silver Drake
2007-04-25 14:32:04 UTC
Permalink
Post by Daniele Purrone
specie di esperanto (o era interlingua?)
Secondo Pam assomiglia in maniera inquietante al dialetto veneto di sua
nonna :D

See you,
Silver Drake
--
RADIO HELL - HELL FORCE ONE
http://www.myspace.com/rh666
http://www.radiohell.it
ANY METAL? EVERY METAL!
Niccolo' Carli
2007-04-25 21:37:56 UTC
Permalink
Post by Daniele Purrone
Io credo solo a tre episodi.
In effetti la cosa e' reale. C'e' chi crede sia un film, non so perche',
ma la Trilogia e' un reportage.
Niccolo'.

I_AM_I
2007-04-25 08:07:55 UTC
Permalink
Post by Colossale Pezzo di Idiota
I Vulcaniani ascoltano i Rush.
"E la mortadella?"
"Dài, la mortadella... nel gioco di prima, il gioco degli insaccati..."

Gianluca
--
"L'unico dispiacere della mia vita
è di non essere qualcun altro."
W.Allen
Daniele Purrone
2007-04-25 09:04:41 UTC
Permalink
Post by I_AM_I
"E la mortadella?"
"Dài, la mortadella... nel gioco di prima, il gioco degli insaccati..."
Non era "e i radicali?"

Daniele
--
my website: www.purrone.net

And though the reason now is gone... the battle rages on!
Daniele Purrone
2007-04-25 09:07:09 UTC
Permalink
Post by Daniele Purrone
Non era "e i radicali?"
Sì, era "e i radicali?" :-D
http://snipurl.com/1i11y

Film bellissimo, non lo rivedo da una vita.

Daniele
--
my website: www.purrone.net

And though the reason now is gone... the battle rages on!
Daniele Purrone
2007-04-25 09:15:10 UTC
Permalink
Post by Daniele Purrone
Film bellissimo, non lo rivedo da una vita.
Azz... non l'hanno mai fatto uscire in DVD?
Ci credo che Nuti si considera un paria...

Daniele
--
my website: www.purrone.net

And though the reason now is gone... the battle rages on!
I_AM_I
2007-04-25 10:46:32 UTC
Permalink
Post by Daniele Purrone
Post by Daniele Purrone
Non era "e i radicali?"
Sì, era "e i radicali?" :-D
http://snipurl.com/1i11y
Vero, e dire che c'avevo pure pensato.

Gianluca
--
"L'unico dispiacere della mia vita
è di non essere qualcun altro."
W.Allen
The Sentinel
2007-04-22 21:41:39 UTC
Permalink
Post by Stefano Rizzo
Come sono? Li conosco di nome da quindici anni (perchè fecero una cover
dei queen e mi rimasero in mente).
Ottimi e personali, in campo power europeo e affini (ma ripeto che sono e
sono stati un gruppo unico) hanno fatto forse i migliori album degli anni
'90, con in particolare il trittico che va dal terzo disco al quinto
compresi, i titoli sono "Tales From The Twilight World", "Somewhere Far
Beyond" e "Imaginations From The Other Side".

Un po' sotto e piu' acerbi i primi 2, ma cmq con dentro almeno 1-2 perle
ognuno, da sentire dopo quelli sopra magari (i titoli sono "Battalions Of
Fear" e "Follow The Blind").

Dopo "Imaginations..." sono diventati molto meno speed, piu' intricati e
sinfonici (ma non nel senso di utilizzo di strumenti orchestrali -o suoni
di- tipo Rhapsody, nei BG resta tutto o quasi fatto con
chitarre -sovraincise in questo caso decine di volte-, basso, batteria, cori
enormi e al limite un po' di tastiere) con un disco come il famosissimo (ha
conquistato al tempo molti "metallini", che magari per motivi di eta' o
altro apprezzano meno i vecchi dischi piu' speed, diretti e "grezzi")
"Nightfall In Middle-Earth", cmq grandissimo anch'esso al di la' della
considerazione appena fatta o del fatto che i suddetti spesso lo
sopravvalutino oltre misura.

Piu' "peso", nel senso di difficile, per nulla immediato, molto sovraccarico
di sovraincisioni, cori (e' il disco dove la voce solista e' usata di meno)
etc. e con troppe idee non sempre sviluppate con la maestria che avevano
avuto fin li' (ma vari brani notevoli ci sono anche qui), "A Night At The
Opera" del 2002, ma da sentire anche questo prima o dopo, per capire che
bene o male in una certa scena loro erano davvero unici e in grado di fare
cose nemmeno immaginabili da molti altri.
Post by Stefano Rizzo
Mi potrebbero piacere se non fossero troppo infantile-finto-fantasy e molto
ben costruiti nei suoni e nei pezzi.
nulla di tutto cio', come dicevo sono stati una delle band power (ma e'
limitativo ripeto per loro questo termine) piu' valide se non la piu' valida
degli anni '90, parti col trittico che dicevo all'inizio e godi pure senza
paura...
Post by Stefano Rizzo
Sono definibili Epic-metal?
no, ma epici lo sono a modo loro, ma se si prende l'etichetta nel suo senso
originale (e ancora attuale, visto che, soprattutto in Italia o ancor di
piu' Grecia negli ultimi anni sono varie le band che sono uscite rifacendosi
a certi nomi degli anni '80) non c'entrano molto, qui siamo in territorio
speed metal venato di power nel debutto (che, per loro stessa ammissione,
era un tentativo di replicare il disco che all'epoca dei primi passi e
composizioni della band stavano consumando di ascolti, e cioe' "Walls Of
Jericho" dei connazionali Helloween), gia' piu' personale, piu' power e con
i cori che si cominciano a "ingrossare" nel secondo "Follow The Blind", poi
una miscela perfetta di power, speed e influssi folk e epicheggianti -e con
cori che crescono e si perfezionano ancora di piu'- nel trittico suddetto
(ma il peso dei primi 2 stili citati resta il grosso della struttura dei
pezzi), e uno stile molto personale e "sinfonico" nei 2 successivi.

Ah, anche quello dell'anno scorso, il primo senza il batterista originario
tra l'altro, "A Twist In The Myth" e' molto buono, anche se ovviamente non
aggiunge molto a quanto hanno gia' fatto in passato, recuperando pero' molta
immediatezza del periodo di meta' carriera appunto, magari sentilo per
ultimo tanto anche cronologicamente e' corretto cosi'.
Post by Stefano Rizzo
Rispetto ai Manowar come sono?
c'entrano poco, giusto qualche similitudine si potrebbe sentire (e non dico
sia volontaria da parte dei BG eh) tra alcuni cori tipo quelli di certi
pezzi di dischi come "Kings Of Metal" (penso a "The Crown And The Ring" per
dirne una) e alcuni di quelli dei BG, in particolare dei pezzi meno speed
per esempio (o almeno dove la base all'altezza del suddetto ritornello/coro
si fa piu' cadenzata), ma poca roba
Post by Stefano Rizzo
credo meno aggressivi...
al contrario, di piu', molto di piu', (e non solo per un discorso di
produzione -quelle dei vecchi dischi dei M si sa che erano molto scarne-
proprio per il modo di suonare, costruire riff etc.) :-)

--
Alessio "The Sentinel"
Stefano Rizzo
2007-04-23 12:57:24 UTC
Permalink
Post by The Sentinel
Post by Stefano Rizzo
Come sono? Li conosco di nome da quindici anni (perchè fecero una cover
dei queen e mi rimasero in mente).
Ottimi e personali, in campo power europeo e affini (ma ripeto che sono e
sono stati un gruppo unico) hanno fatto forse i migliori album degli anni
'90, con in particolare il trittico che va dal terzo disco al quinto
compresi, i titoli sono "Tales From The Twilight World", "Somewhere Far
Beyond" e "Imaginations From The Other Side".
Un po' sotto e piu' acerbi i primi 2, ma cmq con dentro almeno 1-2 perle
ognuno, da sentire dopo quelli sopra magari (i titoli sono "Battalions Of
Fear" e "Follow The Blind").
Dopo "Imaginations..." sono diventati molto meno speed, piu' intricati e
sinfonici (ma non nel senso di utilizzo di strumenti orchestrali -o suoni
di- tipo Rhapsody, nei BG resta tutto o quasi fatto con
chitarre -sovraincise in questo caso decine di volte-, basso, batteria,
cori enormi e al limite un po' di tastiere) con un disco come il
famosissimo (ha conquistato al tempo molti "metallini", che magari per
motivi di eta' o altro apprezzano meno i vecchi dischi piu' speed, diretti
e "grezzi") "Nightfall In Middle-Earth", cmq grandissimo anch'esso al di
la' della considerazione appena fatta o del fatto che i suddetti spesso lo
sopravvalutino oltre misura.
Piu' "peso", nel senso di difficile, per nulla immediato, molto
sovraccarico di sovraincisioni, cori (e' il disco dove la voce solista e'
usata di meno) etc. e con troppe idee non sempre sviluppate con la
maestria che avevano avuto fin li' (ma vari brani notevoli ci sono anche
qui), "A Night At The Opera" del 2002, ma da sentire anche questo prima o
dopo, per capire che bene o male in una certa scena loro erano davvero
unici e in grado di fare cose nemmeno immaginabili da molti altri.
Post by Stefano Rizzo
Mi potrebbero piacere se non fossero troppo infantile-finto-fantasy e
molto ben costruiti nei suoni e nei pezzi.
nulla di tutto cio', come dicevo sono stati una delle band power (ma e'
limitativo ripeto per loro questo termine) piu' valide se non la piu'
valida degli anni '90, parti col trittico che dicevo all'inizio e godi
pure senza paura...
Post by Stefano Rizzo
Sono definibili Epic-metal?
no, ma epici lo sono a modo loro, ma se si prende l'etichetta nel suo
senso originale (e ancora attuale, visto che, soprattutto in Italia o
ancor di piu' Grecia negli ultimi anni sono varie le band che sono uscite
rifacendosi a certi nomi degli anni '80) non c'entrano molto, qui siamo in
territorio speed metal venato di power nel debutto (che, per loro stessa
ammissione, era un tentativo di replicare il disco che all'epoca dei primi
passi e composizioni della band stavano consumando di ascolti, e cioe'
"Walls Of Jericho" dei connazionali Helloween), gia' piu' personale, piu'
power e con i cori che si cominciano a "ingrossare" nel secondo "Follow
The Blind", poi una miscela perfetta di power, speed e influssi folk e
epicheggianti -e con cori che crescono e si perfezionano ancora di piu'-
nel trittico suddetto (ma il peso dei primi 2 stili citati resta il grosso
della struttura dei pezzi), e uno stile molto personale e "sinfonico" nei
2 successivi.
Ah, anche quello dell'anno scorso, il primo senza il batterista originario
tra l'altro, "A Twist In The Myth" e' molto buono, anche se ovviamente non
aggiunge molto a quanto hanno gia' fatto in passato, recuperando pero'
molta immediatezza del periodo di meta' carriera appunto, magari sentilo
per ultimo tanto anche cronologicamente e' corretto cosi'.
Post by Stefano Rizzo
Rispetto ai Manowar come sono?
c'entrano poco, giusto qualche similitudine si potrebbe sentire (e non
dico sia volontaria da parte dei BG eh) tra alcuni cori tipo quelli di
certi pezzi di dischi come "Kings Of Metal" (penso a "The Crown And The
Ring" per dirne una) e alcuni di quelli dei BG, in particolare dei pezzi
meno speed per esempio (o almeno dove la base all'altezza del suddetto
ritornello/coro si fa piu' cadenzata), ma poca roba
Post by Stefano Rizzo
credo meno aggressivi...
al contrario, di piu', molto di piu', (e non solo per un discorso di
produzione -quelle dei vecchi dischi dei M si sa che erano molto scarne-
proprio per il modo di suonare, costruire riff etc.) :-)
--
Alessio "The Sentinel"
Se tutte le descrizioni richieste sul ng fossero come questa, il ng stesso
diventerebbe un veicolo di cultura non indifferente! Grazie mille!
The Sentinel
2007-04-23 20:42:35 UTC
Permalink
Post by Stefano Rizzo
Se tutte le descrizioni richieste sul ng fossero come questa, il ng stesso
diventerebbe un veicolo di cultura non indifferente! Grazie mille!
LOL...ti ringrazio ma pero' dillo piano che senno' un casino di gente rosica
fino a Natale ;-PPP

Cmq io invece sto piu' "basso": mi accontenterei che il ng fosse frequentato
da appassionati di hard rock e metal (se uno ascolta poi _anche_ altro non
e' un problema ovviamente) e che ci si limitasse a parlare di conseguenza
solo di band e artisti del tutto IT, o almeno che gli OT (spesso tali in
assoluto, non solo musicalmente) fossero limitati al massimo come
frequenza...invece sono all'ordine del giorno, a volte superano i post IT
nello stesso giorno.

Vabbe', l'importante cmq e' capire chi e' utile leggere e chi no se cerchi
info musicali e IT appunto, e ignorare gli altri :-)

--
Alessio "The Sentinel"
Stefano Rizzo
2007-04-24 19:39:47 UTC
Permalink
Post by The Sentinel
Post by Stefano Rizzo
Se tutte le descrizioni richieste sul ng fossero come questa, il ng stesso
diventerebbe un veicolo di cultura non indifferente! Grazie mille!
LOL...ti ringrazio ma pero' dillo piano che senno' un casino di gente
rosica fino a Natale ;-PPP
Cmq io invece sto piu' "basso": mi accontenterei che il ng fosse frequentato
da appassionati di hard rock e metal (se uno ascolta poi _anche_ altro non
e' un problema ovviamente) e che ci si limitasse a parlare di conseguenza
solo di band e artisti del tutto IT, o almeno che gli OT (spesso tali in
assoluto, non solo musicalmente) fossero limitati al massimo come
frequenza...invece sono all'ordine del giorno, a volte superano i post IT
nello stesso giorno.
Vabbe', l'importante cmq e' capire chi e' utile leggere e chi no se cerchi
info musicali e IT appunto, e ignorare gli altri :-)
--
Alessio "The Sentinel"
Io magari esageravo però dicevo cultura non perchè tu parlassi di qualcosa
d'altro e di più elevato del metal ma semplicemente perchè descrivevi ed
argomentavi con cura e con molti esempi. Questa è cultura semplicemente
perchè è qualcosa che spinge a ragionare e a riflettere su quel particolare
oggetto (artistico in questo caso). Certo, se l'ampiezza dei riferimenti
fosse "libera" da restrizioni sarebbe meglio (se si parla dei Blue oyster
cult mi sembra giusto parlare di Moorcock come sia giusto sviscerare le
influenze morriconiane nella musica di Mike Patton o dire cosa lega
esteticamente i Popol Vuh a Herzog)
The Sentinel
2007-04-24 21:18:54 UTC
Permalink
Post by Stefano Rizzo
Io magari esageravo però dicevo cultura non perchè tu parlassi di qualcosa
d'altro e di più elevato del metal ma semplicemente perchè descrivevi ed
argomentavi con cura e con molti esempi.
Sisi, avevo capito benissimo e infatti mica ero ironico quando ti
ringraziavo del complimento...mentre per il discorso "stare piu' basso" io
intendevo che appunto non pretenderei che tutti motivino sempre al massimo
le loro opinioni/giudizi/gusti etc., ma almeno che si limitassero a parlare
di roba sicuramente e totalmente IT in questo ng, e non di generi o
artisti/band che non c'entrano davvero nulla e spesso sono anche agli
antipodi dell'universo/sound/attitudine hard rock e metal...ma come puoi
vedere da solo alcune persone su 10 post/3d che fanno 8 o 9 sono del tutto
OT, e spesso senza nemmeno l'accortezza di mettere il tag apposito.
Post by Stefano Rizzo
Questa è cultura semplicemente perchè è qualcosa che spinge a ragionare e a
riflettere su quel particolare oggetto (artistico in questo caso).
certo tranquillo, con me sfondi una porta aperta anche nel senso che non
considero l'hard rock o il metal "inferiore" a nessun altro genere/campo
musicale in generale, ne' che si chiami jazz o musica classica o avanguardia
o quello che ti pare, visto che ha la sua storia gia' relativamente lunga,
piena di evoluzioni e stili diversi, di band/dischi/pezzi capolavoro (e che
in molti casi hanno anche sfondato il campo specifico degli appassionati di
genere per diventare famosissimi anche tra le masse), di tutti quei rapporti
di influenza tra "maestri" e "allievi" piu' o meno bravi etc., insomma con
tutti gli elementi per parlarne seriamente al massimo e per fare tutte le
considerazioni piu' o meno profonde/competenti/varie che si potrebbero fare
in qualsiasi altro campo musicale appunto, quindi non ha senso avere (come
alcuni metallari invece credo abbiano) dei sensi di inferiorita' verso
chicchessia...
Post by Stefano Rizzo
Certo, se l'ampiezza dei riferimenti fosse "libera" da restrizioni sarebbe
meglio (se si parla dei Blue oyster cult mi sembra giusto parlare di
Moorcock come sia giusto sviscerare le influenze morriconiane nella musica
di Mike Patton o dire cosa lega esteticamente i Popol Vuh a Herzog)
si, ma questi casi sono gia' diversi da quelli che intendevo io per OT
completi, e cmq e' sempre bene non allargarsi troppo e rimanere al limite
sulle cose che il gruppo cita davvero direttamente e che possiamo quindi
trovare nei dischi/testi, senno' si finisce per, nel primo caso che citi per
esempio, buttare la conversazione su discorsi di letteratura e non piu'
musica, e per quella io credo ci siano ng appositi no? :-)

--
Alessio "The Sentinel"
Stefano Rizzo
2007-04-25 10:09:53 UTC
Permalink
Post by The Sentinel
Post by Stefano Rizzo
Io magari esageravo però dicevo cultura non perchè tu parlassi di
qualcosa d'altro e di più elevato del metal ma semplicemente perchè
descrivevi ed argomentavi con cura e con molti esempi.
Sisi, avevo capito benissimo e infatti mica ero ironico quando ti
ringraziavo del complimento...mentre per il discorso "stare piu' basso" io
intendevo che appunto non pretenderei che tutti motivino sempre al massimo
le loro opinioni/giudizi/gusti etc., ma almeno che si limitassero a
parlare di roba sicuramente e totalmente IT in questo ng, e non di generi
o artisti/band che non c'entrano davvero nulla e spesso sono anche agli
antipodi dell'universo/sound/attitudine hard rock e metal...ma come puoi
vedere da solo alcune persone su 10 post/3d che fanno 8 o 9 sono del tutto
OT, e spesso senza nemmeno l'accortezza di mettere il tag apposito.
Inoltre si possono apprezzare cose universalmente considerate "elevate"
anche in modo superficiale e viceversa. Ad esempio uno può essere
appassionato di jazz SOLO perchè quella musica lo rilassa senza capire nulla
della storia del jazz oppure uno può essere appassionato di grind conoscendo
in maniera profonda come questo genere si colloca nella storia della musica
metal e della musica tutta.

L'unica cosa che mi disturba del dover rimanere IT è che secondo me per un
approccio serio alla musica metal come a qualunque musica devono essere
sempre tenuti presenti tutti gli altri generi o tipi di musica che ad essa
si collegano e tutti le altre arti che abbiano un ruolo in essa (ad esempio,
secondo me parlare di metal senza capire il ruolo delle copertine, dei loghi
o dell'iconografia nel genere è comunque averne una visione parziale).
The Sentinel
2007-04-25 16:38:01 UTC
Permalink
Post by Stefano Rizzo
Inoltre si possono apprezzare cose universalmente considerate "elevate"
anche in modo superficiale e viceversa.
Esatto...
Post by Stefano Rizzo
Ad esempio uno può essere appassionato di jazz SOLO perchè quella musica lo
rilassa senza capire nulla della storia del jazz
infatti, o magari ne sa un po' la storia ma non e' nemmeno di striscio un
musicista, quindi non "capisce" davvero ne' sa il nome di tutte le cose che
sente, scale, riff, accordi, rapporti armonici che rendono una certa
atmosfera piuttosto che un altra etc., oppure non sapere in effetti nulla
ne' di una ne' dell'altra cosa. E l'esempio diventa ancora piu' eclatante se
pensi a tutto l'universo della classica: tantissima gente la apprezza pur
non capendo o spesso non riuscendo nemmeno a seguire tutti gli intrecci
armonici, tutte le dinamiche, le diverse linee melodiche che si intersecano
etc. prodotte da tutte quelle decine e decine di strumenti.

L'apprezzare la musica va oltre queste cose, anche perche' se cosi' non
fosse solo i musicisti ascolterebbero e troverebbero interessante la musica,
quindi in pratica farebbero musica solo per se stessi e per i vari colleghi
(quindi non ci sarebbe nemmeno un mercato in pratica, o sarebbe di
dimensioni ridicole).
Post by Stefano Rizzo
oppure uno può essere appassionato di grind conoscendo in maniera profonda
come questo genere si colloca nella storia della musica metal e della
musica tutta.
certo...
Post by Stefano Rizzo
L'unica cosa che mi disturba del dover rimanere IT è che secondo me per un
approccio serio alla musica metal come a qualunque musica devono essere
sempre tenuti presenti tutti gli altri generi o tipi di musica che ad essa
si collegano
innanzitutto qui e' IT al 100% non solo tutto il metal di qualsiasi tipo ma
ovviamente anche tutto l'hard rock dagli albori dei '70 a oggi, il punk,
l'hardcore e qualsiasi altro tipo di musica definibile "dura" (ovviamente
quindi si parla per l'80% almeno di forme di rock), e qualcuno dice anche
altre cose piu' o meno "dark" o addirittura con sconfinamenti in certa
elettronica o industrial appunto definibili "duri", quindi mi sembra che il
campo sia gia' vastissimo.

Per il resto purtroppo ci sarebbe al solito da decidere dove interrompere la
"catena" che ti fa dire "ok quel gruppo e' death metal, ma il death e' nato
da un'estremizzazione di certo thrash e quindi dobbiamo conoscere anche il
thrash, ma questo a sua volta e' nato da un'estremizzazione di certo
heavy-speed e quindi e' ovviamente IT anche quello, e ancora indietro
all'hard rock etc.etc.", perche' senno' non solo si tornerebbe sempre a
ritenere del tutto IT qui anche il blues puro (da cui e' nato tutto il
rock), ma anche da li' dovremmo andare ancora indietro perche' nulla e' nato
di colpo dal nulla inventando da 0 una cosa che non c'era prima, quindi
arriveremmo all'ometto delle caverne che batte insieme i tronchi :-)

Io credo che prendere come IT qui sopra il campo stilistico che viene di
solito trattato dalle riviste di settore (anche le piu' varie e complete da
quel punto di vista, come Rock Hard per dirne una) sia la soluzione piu'
logica e giusta, il resto e' OT (il che non esclude che uno ne possa
accennare qualcosa se salta fuori in una discussione, ma senza poi
dilungarsi troppo e soprattutto senza aprirci 3d apposta)...
Post by Stefano Rizzo
e tutti le altre arti che abbiano un ruolo in essa (ad esempio, secondo me
parlare di metal senza capire il ruolo delle copertine, dei loghi o
dell'iconografia nel genere è comunque averne una visione parziale).
bah, per un discorso strettamente musicale non vedo che c'entrano quelle
cose li', mentre se intendi che facendo un discorso generale sull'hard rock
e metal ad uno che ad esempio non ne sa nulla o ha iniziato da poco a
sentire il genere, vadano spiegate molte cose anche da quel punto di vista
allora ok, ovvio, ma cmq sono cose che uno scopre da solo andando avanti
(per esempio ci vuol poco ad accorgersi che quasi tutte le band che si
muovono o si sono mosse in campi classici/epici etc. hanno adottato
copertine ugualmente in linea, e cioe' con disegni ispirati all'immaginario
eroico/fantasy e dintorni, mentre per esempio gran parte del thrash storico
era da tutt'altra parte, piu' "politicizzato/impegnato" e via dicendo con
discorsi analoghi per il death/brutal, l'heavy classico, il doom etc.).

Cmq di queste cose suddette si parla infatti da sempre senza problemi qui
sopra, ma ripeto che una cosa e' parlarne in un certo modo piu' o meno
generalista, e un altra e' parlarne in modo tecnico e competente, e li' (a
meno che uno non frequenti questo ng e sia _anche_ un pittore o cmq uno con
certe conoscenze) se il discorso si spostasse troppo su questioni appunto di
tecnica dei disegni stessi, sarebbe meglio andare su ng appositi, perche'
qui c'entrano e interessano poco credo.

--
Alessio "The Sentinel"
Niccolo' Carli
2007-04-25 21:20:07 UTC
Permalink
Post by Stefano Rizzo
L'unica cosa che mi disturba del dover rimanere IT è che secondo me per un
approccio serio alla musica metal come a qualunque musica devono essere
sempre tenuti presenti tutti gli altri generi o tipi di musica che ad essa
si collegano e tutti le altre arti che abbiano un ruolo in essa (ad esempio,
secondo me parlare di metal senza capire il ruolo delle copertine, dei loghi
o dell'iconografia nel genere è comunque averne una visione parziale).
Io son totalmente d'accordo. Scandagliare i riferimenti, il "sentire"
del metallo, dove si spinge etc. etc. mi interessa moltissimo e rende le
discussioni piu' ganze e stimolanti.
Niccolo'.
Niccolo' Carli
2007-04-24 23:06:34 UTC
Permalink
Post by Stefano Rizzo
Certo, se l'ampiezza dei riferimenti
fosse "libera" da restrizioni sarebbe meglio (se si parla dei Blue oyster
cult mi sembra giusto parlare di Moorcock
(Oh, mi hai invitato te a questo)
La connessione Moorcock/BOC e' leggera leggera, episodica. Giusto il
testo di Black Blade e forse un altro.
Come ispirazione per Buck Dharma e soci, sono molto piu' da citare
Lovecraft e Pynchon, per esempio.
Niccolo'.
I_AM_I
2007-04-25 08:21:51 UTC
Permalink
Post by Niccolo' Carli
Pynchon
Qualcuno ha mai letto qualcosa di lui?
Io qualche anno fa ho provato con "L'arcobaleno della gravità", ma è un
mattone indigeribile e difficilmente comprensibile.

Gianluca
--
"L'unico dispiacere della mia vita
è di non essere qualcun altro."
W.Allen
Niccolo' Carli
2007-04-25 09:19:31 UTC
Permalink
Post by I_AM_I
Post by Niccolo' Carli
Pynchon
Qualcuno ha mai letto qualcosa di lui?
Io qualche anno fa ho provato con "L'arcobaleno della gravità", ma è un
mattone indigeribile e difficilmente comprensibile.
Lo stesso libbro a me m'e' piaciuto un sacco. E' labirintico, confuso e
sfuggente - ti sabota proprio mentre lo leggi, ed e' stranamente un
libro che dovrei odiare e invece m'e' piaciuto, ci vedo qualcosa davvero
(cosa, non so). Prova con "L'incanto del lotto 49" che e' assai piu' breve!
Niccolo'.
I_AM_I
2007-04-25 10:39:25 UTC
Permalink
Post by Niccolo' Carli
Lo stesso libbro a me m'e' piaciuto un sacco. E' labirintico, confuso e
sfuggente - ti sabota proprio mentre lo leggi, ed e' stranamente un
libro che dovrei odiare e invece m'e' piaciuto,
Ho intenzione di riprovarci, prima o poi.

Gianluca
--
"L'unico dispiacere della mia vita
è di non essere qualcun altro."
W.Allen
Stefano Rizzo
2007-04-25 10:14:23 UTC
Permalink
Post by Niccolo' Carli
Post by Stefano Rizzo
Certo, se l'ampiezza dei riferimenti
fosse "libera" da restrizioni sarebbe meglio (se si parla dei Blue oyster
cult mi sembra giusto parlare di Moorcock
(Oh, mi hai invitato te a questo)
La connessione Moorcock/BOC e' leggera leggera, episodica. Giusto il testo
di Black Blade e forse un altro.
Come ispirazione per Buck Dharma e soci, sono molto piu' da citare
Lovecraft e Pynchon, per esempio.
Niccolo'.
Sì, io citavo Moorcock per fare un esempio, pensavo anch'io a Lovecraft ma
ad esempio non pensavo a Pynchon. Mi sembra che i riferimenti alle altre
arti arricchiscano l'approccio ad un opera, i dischi, come i libri, si
parlano ed è giusto darne conto, considerando che le arti e i prodotti
artistici dal novecento non sono più disposti gerarchicamente ma come
fossero in una rete sullo stesso piano...e che può essere l'approccio
critico o artistico a determinarne l'importanza e la forza estetica...
Niccolo' Carli
2007-04-25 21:22:36 UTC
Permalink
Post by Stefano Rizzo
considerando che le arti e i prodotti
artistici dal novecento non sono più disposti gerarchicamente ma come
fossero in una rete sullo stesso piano...e che può essere l'approccio
critico o artistico a determinarne l'importanza e la forza estetica...
Assolutamente si, le cose sono cambiate tantissimo, anche grazie
all'arrivo dell'industria culturale. Ha scompaginato tutto, eppure c'e'
ancora chi ragiona con putrefatti principi ottocenteschi.
Niccolo'.
Pikkio
2007-04-23 16:56:02 UTC
Permalink
Post by Stefano Rizzo
Post by The Sentinel
Post by Stefano Rizzo
Come sono? Li conosco di nome da quindici anni (perchè fecero una cover
dei queen e mi rimasero in mente).
Ottimi e personali, in campo power europeo e affini (ma ripeto che sono e
sono stati un gruppo unico) hanno fatto forse i migliori album degli anni
'90, con in particolare il trittico che va dal terzo disco al quinto
compresi, i titoli sono "Tales From The Twilight World", "Somewhere Far
Beyond" e "Imaginations From The Other Side".
Un po' sotto e piu' acerbi i primi 2, ma cmq con dentro almeno 1-2 perle
ognuno, da sentire dopo quelli sopra magari (i titoli sono "Battalions Of
Fear" e "Follow The Blind").
Dopo "Imaginations..." sono diventati molto meno speed, piu' intricati e
sinfonici (ma non nel senso di utilizzo di strumenti orchestrali -o suoni
di- tipo Rhapsody, nei BG resta tutto o quasi fatto con
chitarre -sovraincise in questo caso decine di volte-, basso, batteria,
cori enormi e al limite un po' di tastiere) con un disco come il
famosissimo (ha conquistato al tempo molti "metallini", che magari per
motivi di eta' o altro apprezzano meno i vecchi dischi piu' speed,
diretti e "grezzi") "Nightfall In Middle-Earth", cmq grandissimo
anch'esso al di la' della considerazione appena fatta o del fatto che i
suddetti spesso lo sopravvalutino oltre misura.
Piu' "peso", nel senso di difficile, per nulla immediato, molto
sovraccarico di sovraincisioni, cori (e' il disco dove la voce solista e'
usata di meno) etc. e con troppe idee non sempre sviluppate con la
maestria che avevano avuto fin li' (ma vari brani notevoli ci sono anche
qui), "A Night At The Opera" del 2002, ma da sentire anche questo prima o
dopo, per capire che bene o male in una certa scena loro erano davvero
unici e in grado di fare cose nemmeno immaginabili da molti altri.
Post by Stefano Rizzo
Mi potrebbero piacere se non fossero troppo infantile-finto-fantasy e
molto ben costruiti nei suoni e nei pezzi.
nulla di tutto cio', come dicevo sono stati una delle band power (ma e'
limitativo ripeto per loro questo termine) piu' valide se non la piu'
valida degli anni '90, parti col trittico che dicevo all'inizio e godi
pure senza paura...
Post by Stefano Rizzo
Sono definibili Epic-metal?
no, ma epici lo sono a modo loro, ma se si prende l'etichetta nel suo
senso originale (e ancora attuale, visto che, soprattutto in Italia o
ancor di piu' Grecia negli ultimi anni sono varie le band che sono uscite
rifacendosi a certi nomi degli anni '80) non c'entrano molto, qui siamo
in territorio speed metal venato di power nel debutto (che, per loro
stessa ammissione, era un tentativo di replicare il disco che all'epoca
dei primi passi e composizioni della band stavano consumando di ascolti,
e cioe' "Walls Of Jericho" dei connazionali Helloween), gia' piu'
personale, piu' power e con i cori che si cominciano a "ingrossare" nel
secondo "Follow The Blind", poi una miscela perfetta di power, speed e
influssi folk e epicheggianti -e con cori che crescono e si perfezionano
ancora di piu'- nel trittico suddetto (ma il peso dei primi 2 stili
citati resta il grosso della struttura dei pezzi), e uno stile molto
personale e "sinfonico" nei 2 successivi.
Ah, anche quello dell'anno scorso, il primo senza il batterista
originario tra l'altro, "A Twist In The Myth" e' molto buono, anche se
ovviamente non aggiunge molto a quanto hanno gia' fatto in passato,
recuperando pero' molta immediatezza del periodo di meta' carriera
appunto, magari sentilo per ultimo tanto anche cronologicamente e'
corretto cosi'.
Post by Stefano Rizzo
Rispetto ai Manowar come sono?
c'entrano poco, giusto qualche similitudine si potrebbe sentire (e non
dico sia volontaria da parte dei BG eh) tra alcuni cori tipo quelli di
certi pezzi di dischi come "Kings Of Metal" (penso a "The Crown And The
Ring" per dirne una) e alcuni di quelli dei BG, in particolare dei pezzi
meno speed per esempio (o almeno dove la base all'altezza del suddetto
ritornello/coro si fa piu' cadenzata), ma poca roba
Post by Stefano Rizzo
credo meno aggressivi...
al contrario, di piu', molto di piu', (e non solo per un discorso di
produzione -quelle dei vecchi dischi dei M si sa che erano molto scarne-
proprio per il modo di suonare, costruire riff etc.) :-)
--
Alessio "The Sentinel"
Se tutte le descrizioni richieste sul ng fossero come questa, il ng stesso
diventerebbe un veicolo di cultura non indifferente! Grazie mille!
Certo, Cultura con la K maiuscola.

Pikkio
luca
2007-04-23 04:14:14 UTC
Permalink
Post by Stefano Rizzo
Come sono? Li conosco di nome da quindici anni
(perchè fecero una cover dei
queen e mi rimasero in mente). Mi potrebbero piacere
se non fossero troppo
infantile-finto-fantasy e molto ben costruiti nei
suoni e nei pezzi.
Sono definibili Epic-metal? Rispetto ai Manowar come
sono? credo meno
aggressivi...
Steve
HO BRANDITO LA SPADAAAAAAAAA!!.... HO UCCISO IL DRAGOOOOO!!!!...
HO SALVATO LA PRINCIPESSAAAAAA!!!!!...

capito, no?

ciaù!
--
Postato da Alice Newsgroup: lo usi da web ma con le funzioni del newsreader http://newsgroup.alice.it
Gerarchie it, italia, it-alt, tin, it.binari. Unico!
Dallaz
2007-04-23 07:13:14 UTC
Permalink
Post by luca
HO BRANDITO LA SPADAAAAAAAAA!!.... HO UCCISO IL DRAGOOOOO!!!!...
HO SALVATO LA PRINCIPESSAAAAAA!!!!!...
capito, no?
No, affatto; se c'è una cosa dalla quale i Blind si son
(fortunatamente) tenuti lontani, è il Rhapsody-style nelle lyrics;
certo, l'elemento "fantasy" centra, ma ridurre i Blind a questo
sarebbe come etichettare Tolkien "scrittore per bambini"; a chi ha
orecchiere per intendere..
And don't forget my doggie, fixed and consequent (troll).
2007-04-23 07:59:23 UTC
Permalink
Post by Dallaz
certo, l'elemento "fantasy" centra, ma ridurre i Blind a questo
sarebbe come etichettare Tolkien "scrittore per bambini";
...che a sua volta sarebbe decisamente meno grave che affibbiare la
medesima etichetta a... uhm, Ende, per esempio.

--

Io.
Niccolo' Carli
2007-04-24 09:42:22 UTC
Permalink
On Apr 23, 9:59 am, "And don't forget my doggie, fixed and consequent
Post by And don't forget my doggie, fixed and consequent (troll).
Post by Dallaz
certo, l'elemento "fantasy" centra, ma ridurre i Blind a questo
sarebbe come etichettare Tolkien "scrittore per bambini";
...che a sua volta sarebbe decisamente meno grave che affibbiare la
medesima etichetta a... uhm, Ende, per esempio.
La storia del "per bambini" e' una delle tante dimostrazioni del fatto
che tutti i c.d. intellettuali andrebbero decapitati. Un quesyto: in
quale parte del mondo scrittori come Mark Twain, Robert Stevenson,
H.G. Wells, Jack London, Jonathan Swift e Lewis Carroll sono relegati
al rango di "da bambini", sottintendendone l'inferiorita' rispetto ai
Gvandi Scvittovi? Suggerimento: e' lo stesso paese della pizza e del
mandolino.
Niccolo'.
And don't forget my doggie, fixed and consequent (troll).
2007-04-24 11:01:02 UTC
Permalink
Post by Niccolo' Carli
La storia del "per bambini" e' una delle tante dimostrazioni del fatto
che tutti i c.d. intellettuali andrebbero decapitati. Un quesyto: in
quale parte del mondo scrittori come Mark Twain, Robert Stevenson,
H.G. Wells, Jack London, Jonathan Swift e Lewis Carroll sono relegati
al rango di "da bambini", sottintendendone l'inferiorita' rispetto ai
Gvandi Scvittovi? Suggerimento: e' lo stesso paese della pizza e del
mandolino.
Alt, questi sono casi squisitamente italici, io parlavo in senso più
internazionale, Wolfgang Obeso Maledetto Petersen docet.
Tornando a noi il caso eclatante è, in effetti, Jonathan Swift, come
ho fatto a farmelo sfuggire?
Voglio dire, un marmocchio può anche leggersi l'Isola del Troll o
Alice nel Paese della Sborra Bollente.
Ma Swift?
Bwhahaahahahaah!

--

Io.
Niccolo' Carli
2007-04-24 12:13:31 UTC
Permalink
On Apr 24, 1:01 pm, "And don't forget my doggie, fixed and consequent
Post by And don't forget my doggie, fixed and consequent (troll).
Tornando a noi il caso eclatante è, in effetti, Jonathan Swift, come
ho fatto a farmelo sfuggire?
Voglio dire, un marmocchio può anche leggersi l'Isola del Troll o
Alice nel Paese della Sborra Bollente.
Ma Swift?
Bwhahaahahahaah!
Certo che puo', io stesso da bimbo lessi Gulliver e tutti gli autori
che ho citato perche' consigliati come "letture da regazzini". Ti puoi
fermare al livello di superficie e prenderli solo come bei racconti ma
la vera letteratura e' altro sisicerto che figo Herman Ghei Hesse etc.
etc. Oppure fermartici poi a riflettere e notare come tutti questi qui
sono autori con le contropalle che dicono tantissimo, a differenza di
tanti altri blasonati microcefali...
Niccolo'.
Colossale Pezzo di Idiota
2007-04-24 18:11:03 UTC
Permalink
Post by Niccolo' Carli
On Apr 24, 1:01 pm, "And don't forget my doggie, fixed and consequent
Post by And don't forget my doggie, fixed and consequent (troll).
Tornando a noi il caso eclatante è, in effetti, Jonathan Swift, come
ho fatto a farmelo sfuggire?
Voglio dire, un marmocchio può anche leggersi l'Isola del Troll o
Alice nel Paese della Sborra Bollente.
Ma Swift?
Bwhahaahahahaah!
Certo che puo', io stesso da bimbo lessi Gulliver
Pur'io.
Non ci capii una beata mazza.

--

Io.
The Sentinel
2007-04-23 20:37:25 UTC
Permalink
Post by Dallaz
No, affatto; se c'è una cosa dalla quale i Blind si son
(fortunatamente) tenuti lontani, è il Rhapsody-style nelle lyrics;
Non credo che a lui interessasse cmq sapere di cosa parlano o come sono
impostati i testi, penso intendesse sempre un discorso musicale con
"infantile-finto-fantasy", che poi e' la cosa che conta di piu' infatti, i
testi non variano nulla nella musica, sia che quest'ultima risulti ottima
sia che al contrario si riveli scarsa...insomma solito discorso, i testi non
contano in pratica un cazzo per un appassionato di musica, tantopiu' se
questa e' hard/metal.
Post by Dallaz
certo, l'elemento "fantasy" centra
beh direi, visto che in un casino di loro pezzi se non tutti (piu' o meno
direttamente), si sono sempre "ispirati" platealmente ad uno degli autori e
libri (se non "il") fantasy per eccellenza...
Post by Dallaz
ma ridurre i Blind a questo
sarebbe come etichettare Tolkien "scrittore per bambini";
1 mi pare tu stia dando, visto che tenti di "allontanare" i BG da esso, una
connotazione negativa di default al genere "fantasy", e non ne capisco il
motivo, non ha senso, e' un genere come un altro e ci sono in esso dalle
cagate piu' mostruose ai capolavori, come ogni altro genere appunto...e 2,
forse ho capito male, ma mica vorrai mettere sullo stesso piano Tolkien
(che, e mi ricollego al primo punto, non e' certo l'unico autore che abbia
fatto della fantasy "per nulla infantile o da bambini") e i testi dei BG in
cui si sono ispirati alla sua opera vero? Voglio dire, non e' che
automaticamente siccome T e' un grande e ha scritto capolavori del genere,
allora anche chiunque ci si ispiri per scriverci dei testi per canzoni sara'
automaticamente di alto livello.

Non dico che i testi dei BG non siano validi, a me sono sempre piaciuti come
dicevo, ma non mi paiono davvero cosi' su un altro pianeta rispetto a quelli
di tante altre band che si sono mosse in ambito "fantasy" in generale (e che
si rifacessero ad un autore in particolare o meno), ci sono spesso solo
differenze stilistiche, di riferimenti, di "tipo" di fantasy quindi (cosi'
come ci sono varie correnti del genere nella letteratura appunto), ma non
necessariamente di livello, per me infatti sia l'approccio Rhapsody che
quello BG (per restare sulle 2 band citate) sono perfetti e gli unici
possibili per lo stile e le atmosfere di ognuna di quelle band, anche
perche' non si puo' scindere la parte strumentale/musicale dai testi, sono
un unico blocco e giudicare separatamente il testo e' una cazzata inutile
ancora piu' grande di quella di considerare i testi nella musica qualcosa di
piu' di un semplice complemento, per dare un certo suono ed espressivita'
alla linea/interpretazione vocale, stop.

--
Alessio "The Sentinel"
Dallaz
2007-04-24 10:21:52 UTC
Permalink
On Mon, 23 Apr 2007 22:37:25 +0200, "The Sentinel"
Post by The Sentinel
Non credo che a lui interessasse cmq sapere di cosa parlano o come sono
impostati i testi, penso intendesse sempre un discorso musicale con
"infantile-finto-fantasy", che poi e' la cosa che conta di piu' infatti, i
testi non variano nulla nella musica, sia che quest'ultima risulti ottima
sia che al contrario si riveli scarsa...insomma solito discorso, i testi non
contano in pratica un cazzo per un appassionato di musica, tantopiu' se
questa e' hard/metal.
Permetti? Totalmente in disaccordo. Perchè i testi non dovrebbero
"contare un cazzo"? I testi sono (non sempre, ma spesso) un valore
aggiunto (o sottratto, in alcuni casi, e purtroppo, mi sento
d'aggiungere) al valore globale d'un pezzo; ti porto un esempio,
valido nella mia esperienza personale, ma penso condivisibile;
personalmente adoro "Stargazer" dei Rainbow, ma nonostante sia un gran
pezzo strumentalmente parlando, non è quello a elevarlo; è il testo,
quelle lyrics micidiali che nel crescendo finale mi fan commuovere, e,
a volte, mi fan emozionare come un bimbo. Le lyrics SON parte
(importante) della musica, a tutti gli effetti.
Post by The Sentinel
beh direi, visto che in un casino di loro pezzi se non tutti (piu' o meno
direttamente), si sono sempre "ispirati" platealmente ad uno degli autori e
libri (se non "il") fantasy per eccellenza...
Certo, e non solo a Tolkien; ma han trovato anche il modo di esulare
dal fantasy, e credo che anche questo sia innegabile (ad esempio,
affrontare il tema della guerra di Troia, non è pensare al fantasy, ma
al poema epico, che dal mio punto di vista son due universi diversi)
Post by The Sentinel
Post by Dallaz
ma ridurre i Blind a questo
sarebbe come etichettare Tolkien "scrittore per bambini";
1 mi pare tu stia dando, visto che tenti di "allontanare" i BG da esso, una
connotazione negativa di default al genere "fantasy",
CUTTONE

Ti fermo qui, perchè su questo punto non ci siam intesi; no, non
giudico il fantasy un genere "inferiore", meno importante o chissachè;
il parallelo è un altro: giudicare i Blind limitandosi all'elemento
fantasy equivale a giudicare Tolkien per la sua sola produzione
strizzante l'occhio al pubblico infantile (Rovendarom? le Avventure di
Tom Bombadil?) ignorando quanto, in tutta la sua opera, emergano temi
che vanno ben al di là delle tematiche fantasy classiche (nelle quali,
ad esempio, gran poca attenzione è posta verso aspetti come la
religione o la politica, o la pace intesa come valore universale,
ampiamente rintracciabili (a saperle cercare) invece, in Tolkien).
Niccolo' Carli
2007-04-24 10:42:26 UTC
Permalink
On Apr 24, 12:21 pm, Dallaz
Post by Dallaz
ti porto un esempio,
valido nella mia esperienza personale, ma penso condivisibile;
personalmente adoro "Stargazer" dei Rainbow, ma nonostante sia un gran
pezzo strumentalmente parlando, non è quello a elevarlo; è il testo,
quelle lyrics micidiali che nel crescendo finale mi fan commuovere, e,
a volte, mi fan emozionare come un bimbo.
Come dire che le parole giuste al momento giusto possono fare la
differenza... in effetti...
Io sono della scuola "m'importa un cazzo", solitamente. Cioe', se ci
sono dei bei testi bene, se no, non me ne frega molto - credo che un
bel testo non riesca a salvare una canzone di merda, mentre un testo
mediocre, o meno ancora, non rovini un gran pezzo. Credo conti di piu'
la resa finale ecco, che le parole siano integrate con lo spirito del
brano. E qui si ritorna all'inizio: se - puZZacaso - sono pure le
parole gggiuste al momento gggiusto, bene cosi'. Altrimenti pace,
magari sara' un bel pezzo lo stesso! :)
Niccolo'.
Silver Drake
2007-04-24 11:36:11 UTC
Permalink
Post by Niccolo' Carli
Come dire che le parole giuste al momento giusto possono fare la
differenza... in effetti...
Io sono della scuola "m'importa un cazzo", solitamente.
Io continuo a pensare che non sia tanto una cosa che riguarda
l'ascoltatore. Va benissimo che chi ascolta dica "non me ne frega niente
dei testi", ma dire che i testi non contano nella canzone è un altro
discorso, quello lo può decidere solo l'autore.
E poi se t'importa un cazzo come fai a prendere in giro i Rhapsody con lo
smeraldone e le cosmic trilogy of eternal love? :P

See you,
Silver Drake
--
RADIO HELL - HELL FORCE ONE
http://www.myspace.com/rh666
Any metal? Every metal!
Niccolo' Carli
2007-04-24 16:32:28 UTC
Permalink
Post by Silver Drake
Io continuo a pensare che non sia tanto una cosa che riguarda
l'ascoltatore. Va benissimo che chi ascolta dica "non me ne frega niente
dei testi", ma dire che i testi non contano nella canzone è un altro
discorso, quello lo può decidere solo l'autore.
Ma infatti non disuto quanta importanza ci attribuisca l'autore
rosicone, quella la sa solo lui.
Post by Silver Drake
E poi se t'importa un cazzo come fai a prendere in giro i Rhapsody con lo
smeraldone e le cosmic trilogy of eternal love? :P
Vabbeh, ma sento le parole se mi tocca sentire i Razzodi, mica mi metto
a leggerli a lvme di candela!
Niccolo'.
The Sentinel
2007-04-24 22:00:10 UTC
Permalink
Post by Silver Drake
Io continuo a pensare che non sia tanto una cosa che riguarda
l'ascoltatore. Va benissimo che chi ascolta dica "non me ne frega niente
dei testi", ma dire che i testi non contano nella canzone è un altro
discorso, quello lo può decidere solo l'autore.
Ah tordo, ma e' _ovvio_ che ognuno parla per se: quando io dico "per me non
contano un cazzo fondamentalmente" intendo _per me_ appunto, che cazzo me ne
frega se per l'autore contano molto o meno, ognuno faccia il suo, io faccio
il fruitore/ascoltatore/giudice e lui l'artista, nessuno deve convincere per
forza l'altro che ha ragione lui ed e' giusto solo il suo approccio.

Ah, quel concetto tra l'altro, visto che non l'hai ancora capito perche' hai
il cervello fatto di marmo di Carrara, non significa necessariamente e
sempre che "i testi non li leggo mai", significa solo che anche se uno li
conosce non li ritiene per nulla fondamentali ne' per l'ascolto ne' per
altro.

--
Alessio "The Sentinel"
Carlo
2007-04-24 11:41:06 UTC
Permalink
Post by Niccolo' Carli
Io sono della scuola "m'importa un cazzo", solitamente. Cioe', se ci
sono dei bei testi bene, se no, non me ne frega molto - credo che un
bel testo non riesca a salvare una canzone di merda, mentre un testo
mediocre, o meno ancora, non rovini un gran pezzo. Credo conti di piu'
la resa finale ecco, che le parole siano integrate con lo spirito del
brano.
Quoto.
Tra l'altro, spesso mi interesso al testo solo se il disco/canzone mi
piace veramente, mai l'opposto.


Carlo
Niccolo' Carli
2007-04-24 16:37:37 UTC
Permalink
Post by Carlo
Tra l'altro, spesso mi interesso al testo solo se il disco/canzone mi
piace veramente, mai l'opposto.
Esattamente, quoto a mia volta. Poi se durante l'ascolto sento che il
testo mi pare interessante allora me lo vado a leggere, questo e' un
altro tipo di molla.
Niccolo'.
Daniele Purrone
2007-04-24 13:45:09 UTC
Permalink
credo che un bel testo non riesca a salvare una canzone di merda
Qui sono d'accordo.
mentre un testo mediocre, o meno ancora, non rovini un gran pezzo.
Qui già di meno. Ad esempio, ora come ora, faccio decisamente più fatica
ad apprezzare un brano sicuramente spettacolare come "When Death Calls"
dei Black Sabbath, ora che ne capisco in maniera più diretta la stupidità
del testo (Tony Martin a scrivere certe cose non era proprio capace).
Al tempo stesso, un bel testo eleva ulteriormente un brano già splendido.

Daniele
--
Bunnies aren't just cute like everybody supposes
They've got them hoppy legs and twitchy little noses!
And what's with all the carrots
What do they need such good eyesight for anyway?
Bunnies, bunnies it must be bunnies!

www.purrone.net

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Niccolo' Carli
2007-04-24 16:49:10 UTC
Permalink
Post by Daniele Purrone
Qui già di meno. Ad esempio, ora come ora, faccio decisamente più fatica
ad apprezzare un brano sicuramente spettacolare come "When Death Calls"
dei Black Sabbath, ora che ne capisco in maniera più diretta la stupidità
del testo (Tony Martin a scrivere certe cose non era proprio capace).
E' un testo di merda, ok, ma non mi danneggia l'ascolto. Guarda gli
Helloween: molti dei loro testi sono veramente mongospastici (e NON
parlo di Dr Stein o Rise And Fall, che sono ganzi, ma di Eagle Fly Free,
I Want Out, Power per es.) eppure son sempre bei pezzi. Non mi vanno di
traverso per il testo. Poi ci sono accoppiate letali, tipoi "Paradise"
degli Stratovacchius!
Post by Daniele Purrone
Al tempo stesso, un bel testo eleva ulteriormente un brano già splendido.
Questo sicuro, lo dicevo anch'io prima.
Niccolo'.
Colossale Pezzo di Idiota
2007-04-24 18:10:28 UTC
Permalink
Post by Niccolo' Carli
Post by Daniele Purrone
Qui già di meno. Ad esempio, ora come ora, faccio decisamente più fatica
ad apprezzare un brano sicuramente spettacolare come "When Death Calls"
dei Black Sabbath, ora che ne capisco in maniera più diretta la stupidità
del testo (Tony Martin a scrivere certe cose non era proprio capace).
E' un testo di merda, ok, ma non mi danneggia l'ascolto. Guarda gli
Helloween: molti dei loro testi sono veramente mongospastici (e NON
parlo di Dr Stein o Rise And Fall, che sono ganzi, ma di Eagle Fly Free,
I Want Out, Power per es.) eppure son sempre bei pezzi.
Tu mi stai dicendo che il testo di Eagle Fly Free non ti provoca
l'impossibilità di essere partecipe del brano?

E' la prova definitiva che sei ghei.

--

Io.
Niccolo' Carli
2007-04-24 18:15:08 UTC
Permalink
Post by Colossale Pezzo di Idiota
Tu mi stai dicendo che il testo di Eagle Fly Free non ti provoca
l'impossibilità di essere partecipe del brano?
Basta non farci caso.
Post by Colossale Pezzo di Idiota
E' la prova definitiva che sei ghei.
Te sei pure negro.
Niccolo'.
And don't forget my doggie, fixed and consequent (troll).
2007-04-24 17:51:41 UTC
Permalink
Post by Niccolo' Carli
Come dire che le parole giuste al momento giusto possono fare la
differenza... in effetti...
Io sono della scuola "m'importa un cazzo", solitamente. C
E invece no, son stronzate.
Hai presente De Andrè?
Ora, io non sono un fan di De Andrè, ma assumiamo che tu lo sia.
Se prendiamo la sua intera discografia e la facciamo ricantare a Lione
coi testi di Fusilli, resta uguale?
No, diventa inascoltabile.

La magìa dei, uhm, BÖC, secondo te non c'entra NIENTE con i testi?
Lo stesso Buck Dharma ha eloquentemente definito le sue canzoni come
colonne sonore per piccole storie da proiettarsi nella mente
dell'ascoltatore, raccontate dai testi.

Quante canzonette pop sisicerto sono mutilate dai testi sole cuore
amore?
Io sono convinto che tre quarti delle canzoni bollate come
"insignificanti" che quotidianamente scalano la hit parade potrebbero,
se riarrangiate, risuonate e cantate con dei testi megacazzuti,
divenire pezzi leggendari.

La musica non è solo "premete il tasto giusto al momento giusto", e
anche se forse non te ne accorgi coscientemente, vale anche per te.

--

Io.
Niccolo' Carli
2007-04-24 17:57:39 UTC
Permalink
Post by And don't forget my doggie, fixed and consequent (troll).
E invece no, son stronzate.
C'era un "solitamente", che sottintende "naturalmente esistono le
eccezioni".
Post by And don't forget my doggie, fixed and consequent (troll).
Hai presente De Andrè?
Ora, io non sono un fan di De Andrè, ma assumiamo che tu lo sia.
Se prendiamo la sua intera discografia e la facciamo ricantare a Lione
coi testi di Fusilli, resta uguale?
No, diventa inascoltabile.
Certamente. Cosi' com'e' non lo ascolto lo stesso, pur trovandolo di per
se' bravo, perche' mi annoia dopo due canzoni.
Post by And don't forget my doggie, fixed and consequent (troll).
La magìa dei, uhm, BÖC, secondo te non c'entra NIENTE con i testi?
Lo stesso Buck Dharma ha eloquentemente definito le sue canzoni come
colonne sonore per piccole storie da proiettarsi nella mente
dell'ascoltatore, raccontate dai testi.
Certo che c'entra! Ma quando dicevo che ilt esto giusto al momento
giusto valorizza ulteriormente una canzone dov'eri, a rosicare sotto la
scrivania?
Post by And don't forget my doggie, fixed and consequent (troll).
La musica non è solo "premete il tasto giusto al momento giusto", e
anche se forse non te ne accorgi coscientemente, vale anche per te.
C'e' un insieme di cose un sacco incasinate, ne convengo. Basta esser
consapevoli che si puo' fare anche col computer e la drammascìn.
Niccolo'.
Colossale Pezzo di Idiota
2007-04-24 18:09:13 UTC
Permalink
Post by Niccolo' Carli
Certo che c'entra! Ma quando dicevo che ilt esto giusto al momento
giusto valorizza ulteriormente una canzone dov'eri, a rosicare sotto la
scrivania?
Non è solo quello, è riduttivo.
Il testo è un elemento portante della canzone nel condurre il suo
messaggio, cos' come la melodia, l'arrangiamento, il suonaggio, il
cantato, tutto.
Ogni cosa contribuisce a creare la somma. Che poi non è una somma, cioè,
non è la semplice somma delle parti.

Prendi un pezzo a caso di una band che ti piace tanto: Subdivisions.
Togliamo il lead di Oberheim? Ecco che è dimezzata.
Togliamo la linea di batteria? 1/2.
Il cantato? 1/2.
Il testo? 1/2.
Eppure ho citato quattro componenti.

Perfino lo stupido campione di Neil Peart che dice "Subdivisions!" è
essenziale.
E vale anche il contrario.

"Sole Cuore Amore" di Valeria Rossi.

La melodia è idiota.
L'arrangiamento è vuoto.
Lei canta che sembra uscita dalla Sagra del Burdizzo.
Ma è il testo ad essere determinante nel renderla una delle cose più
aberranti della Storia tutta, e a garantire tutta la lista di torture
già elencate in riferimento a Simone Cristicchi a tutti coloro che ne
sono stati anche in minima parte responsabili.

--

Io.
Niccolo' Carli
2007-04-24 18:13:42 UTC
Permalink
Post by Colossale Pezzo di Idiota
Ogni cosa contribuisce a creare la somma. Che poi non è una somma, cioè,
non è la semplice somma delle parti.
Massi', solo che ecco, credo in linea di massima basti un testo "che si
adatta bene". Il che in linea di massima giustificherebbe i testi di
merda su canzoni di merda, quindi seguendo una certa linea di pensiero
sarebbero a loro modo perfetti.
Hmmm, Godel ci cova.
Post by Colossale Pezzo di Idiota
Perfino lo stupido campione di Neil Peart che dice "Subdivisions!" è
essenziale.
Assolutamente si!
Post by Colossale Pezzo di Idiota
Ma è il testo ad essere determinante nel renderla una delle cose più
aberranti della Storia tutta, e a garantire tutta la lista di torture
già elencate in riferimento a Simone Cristicchi a tutti coloro che ne
sono stati anche in minima parte responsabili.
In effetti se il testo fosse un altro sarebbe solo una canzone di merda
come tante, giusto con una voce piu' fastidiosa della media. Invece e'
l'abominio genetico termonucleare.
Niccolo'.
The Sentinel
2007-04-24 21:48:57 UTC
Permalink
Post by Dallaz
Permetti?
Certo, siamo in un ng libero...
Post by Dallaz
Totalmente in disaccordo.
quindi? Dov'e' il problema? Opinioni...
Post by Dallaz
Perchè i testi non dovrebbero
"contare un cazzo"?
il concetto e' un po' estremizzato magari, non prenderlo proprio alla
lettera...in ogni caso non e' che "dovrebbero", semplicemente per me e altri
milioni di persone appassionate di musica e' da sempre cosi' (e tantopiu' se
musica "popolare" -in senso ampio eh, compresi quindi hard e metal- e non
opera lirica per esempio, dove non conoscere le storie narrate toglie tutto
o quasi), mi limitavo quindi ad osservare e riportare un _fatto_, non certo
una mia opinione in questo caso, che poi sia sbagliato o meno questo e' un
giudizio che ognuno, come te in questo caso, e' libero di dare a livello
soggettivo, ma il "fenomeno" in generale e' quello indicato da me ed e'
innegabile piaccia o no...(quasi nessuno di noi si e' appassionato di un
genere/disco/band/canzone perche' _prima_, o al massimo contemporaneamente,
di sentirla ne ha conosciuto anche il testo; questo e' solo uno degli esempi
classici che si fanno di solito, ce ne sarebbero molti altri)...
Post by Dallaz
I testi sono (non sempre, ma spesso) un valore
aggiunto (o sottratto, in alcuni casi, e purtroppo, mi sento
d'aggiungere)
sempre soggettivo cmq, non e' detto che quello che per te e' un "brutto
testo", o cmq un testo che secondo te non si lega bene all'atmosfera e base
musicale, lo sia anche per altre persone, e' sempre tutto soggettivo
insomma, come nella musica stessa, nella letteratura e in qualsiasi altra
arte (piu' o meno popolare o diffusa che sia).

Cmq se cerchi vecchie discussioni qui, trovi molti post dove avevo gia'
spiegato dettagliatamente come la vedo io...senno' finiamo nel solito
discorso senza senso di chi mi replica "se non contasse nulla il testo
potrebbero fare tutti brani strumentali no?", dimostrando di non saper
distinguere il concetto di "interpretazione vocale/espressivita'/pronuncia
di parole e di una lingua _esistente_, e cmq di concetti piu' o meno sensati
di per se" da quello di "assenza totale dell'elemento/strumento voce", che,
quello si, aggiunge (e piu' il cantante e' bravo ed espressivo ovviamente)
valore e varieta'/tipi di emozione ad un brano musicale, ma
_indipendentemente_ dai "concetti/temi" che esprime.
Post by Dallaz
al valore globale d'un pezzo; ti porto un esempio,
valido nella mia esperienza personale, ma penso condivisibile;
personalmente adoro "Stargazer" dei Rainbow, ma nonostante sia un gran
pezzo strumentalmente parlando, non è quello a elevarlo;
no appunto, per me e' un capolavoro _musicale/vocale_ (ma il principio e' lo
stesso anche fosse un pezzo scarso o "normale" o buono etc.), quindi _a
parita' di linea vocale_ se anche le parole fossero diverse (ma con suono
necessariamente simile ovvio, senno' cambierebbe proprio l'espressivita'), o
il testo fosse del tutto privo di qualsiasi senso anche il meno immediato, o
quello che ti pare a te, non vedo cosa mi cambierebbe...ripeto: non so te ma
io pezzi e dischi del genere l'ho ritenuti capolavori e mi hanno "steso" ed
estasiato fin dai primi ascolti quasi 15 anni fa, e quando i testi spesso o
non avevo ancora avuto la possibilita' di vederli (magari perche' l'album
l'avevo in cassettina anonima tarocca) o cmq non conoscevo ancora l'inglese
ad un livello (almeno di lettura) decente da poter capire quasi tutte le
parole, espressioni, frasi fatte etc. e quindi il significato generale che
evocava ogni testo, quindi si torna li', vedi sopra...
Post by Dallaz
è il testo,
quelle lyrics micidiali che nel crescendo finale mi fan commuovere, e,
a volte, mi fan emozionare come un bimbo. Le lyrics SON parte
(importante) della musica, a tutti gli effetti.
in un certo senso lo penso anch'io infatti, ma nel modo che ho gia' detto
ripeto...
Post by Dallaz
Certo, e non solo a Tolkien;
no, ma, soprattutto all'inizio, il grosso ruota intorno e si riferisce,
direttamente o meno, sempre alla sua opera (in generale, non solo il suo
libro piu' famoso, "NIME" per esempio era tutto basato sul Silmarillion -che
poi dicono, non sono un esperto di T, fosse incompleto e l'abbia finito il
figlio di T, a meno che non mi confonda con un altro suo libro, l'avevo
letto da qualche parte)...
Post by Dallaz
ma han trovato anche il modo di esulare
dal fantasy, e credo che anche questo sia innegabile (ad esempio,
affrontare il tema della guerra di Troia, non è pensare al fantasy, ma
al poema epico, che dal mio punto di vista son due universi diversi)
ora non ricordo dove ne hanno parlato di quella, cmq si, ci sono anche testi
diversi, per esempio basati su opere/personaggi di King (non Diamond,
Stephen)...
Post by Dallaz
Ti fermo qui, perchè su questo punto non ci siam intesi; no, non
giudico il fantasy un genere "inferiore", meno importante o chissachè;
il parallelo è un altro: giudicare i Blind limitandosi all'elemento
fantasy equivale a giudicare Tolkien per la sua sola produzione
strizzante l'occhio al pubblico infantile (Rovendarom? le Avventure di
Tom Bombadil?) ignorando quanto, in tutta la sua opera, emergano temi
che vanno ben al di là delle tematiche fantasy classiche (nelle quali,
ad esempio, gran poca attenzione è posta verso aspetti come la
religione o la politica, o la pace intesa come valore universale,
ampiamente rintracciabili (a saperle cercare) invece, in Tolkien).
ecco per me invece quasi _ogni_ testo o opera fantasy e' immediatamente
rapportabile e considerabile metafora di cose molto piu' attuali delle "ere"
in cui si presume si svolgano quelle storie, o cmq cose/fatti/problemi
tutt'altro che "fantastici", e questo per me e' evidente al massimo anche da
testi come quelli dei Rhapsody, pensa te, non occorre nemmeno andare su
quelli dei BG. Questi ultimi si, se ti riferisci a quello, hanno fatto anche
vari pezzi molto piu' espliciti nei loro riferimenti storici o piu' o meno
attuali, che di fantasy insomma non volevano avere evidentemente nulla
(penso a quello del pezzo del debutto dove ci sono riferimenti evidenti a
storie dei Vangeli per esempio, ora non ricordo il titolo, "martyr" forse, o
roba simile), ma che c'entra? Non sono appunto, come hai detto anche tu,
"migliori" o "piu' consapevoli" o "piu' profondi" o "scritti meglio" solo
perche' non restano sempre dentro metafore del tutto fantasy o dentro il
classico e generico al massimo dualismo/lotta tra "Il Bene" e "Il Male",
sono scelte, tutto li'.
Da sempre nel campo rock/hard e metal non esplicitamente "impegnato"
diciamo, c'e' chi e' rimasto sempre su testi molto sfuggenti e
interpretabili in tantissimi modi e chi invece ha mischiato sempre le 2
tipologie, quelli cosi' e quelli molto piu' espliciti (penso a Priest, primi
Sabbath e tanti altri), oltre ovviamente ad avere quasi tutti anche quelli
del terzo tipo, e cioe' quelli di pura lode a quanto e' bello, giusto,
ganzo, potente e invincibile (e mi pare anche giusto :-D) il rock'n'roll,
l'hard rock e il metal...nulla di nuovo quindi (e non voglio togliere ripeto
nulla ai BG che restano una delle band autrici di alcuni dischi che adoro
davvero come pochi altri).

--
Alessio "The Sentinel"
Vide
2007-04-23 16:10:07 UTC
Permalink
Post by luca
HO BRANDITO LA SPADAAAAAAAAA!!.... HO UCCISO IL DRAGOOOOO!!!!...
HO SALVATO LA PRINCIPESSAAAAAA!!!!!...
capito, no?
LOL
Questo dimostra che non hai mai letto un testo dei BG.
--
Vide
Ray Alder IL BUFFO
2007-04-23 13:45:38 UTC
Permalink
Post by Stefano Rizzo
Come sono? Li conosco di nome da quindici anni (perchè fecero una cover dei
queen e mi rimasero in mente). Mi potrebbero piacere se non fossero troppo
infantile-finto-fantasy e molto ben costruiti nei suoni e nei pezzi.
Gruppo power-epic di grandissima caratura (che paroloni che tiro
fuori! :P).
Post by Stefano Rizzo
Sono definibili Epic-metal?
Anche.
Post by Stefano Rizzo
Rispetto ai Manowar come sono? credo meno
aggressivi...
Diciamo che sono molto meglio.

Allora, in ordine cronologico ascolta:

- Tales from the Twilight Hall
- Somewhere far Beyond <-- capolavoro
- Imaginations from the other side <--- capolavoro
- Nightfall in Middle Earth


Poi, se vuoi, ascoltati gli utlimi 2, A night at the Opera, e
A Twist in the Myth.


--
Ray Alder IL BUFFO
Stefano Rizzo
2007-04-23 18:57:46 UTC
Permalink
Diciamo che sono molto meglio.

Allora, in ordine cronologico ascolta:

- Tales from the Twilight Hall
- Somewhere far Beyond <-- capolavoro
- Imaginations from the other side <--- capolavoro
- Nightfall in Middle Earth


Poi, se vuoi, ascoltati gli utlimi 2, A night at the Opera, e
A Twist in the Myth.



Ringrazio te in rappresentanza degli altri anche perchè hai apprezzato il
mio momento Monty Python applicato alla discografia nell'altro ng...peccato
non sia stato apprezzato, non sanno cosa si perdono! :-)

Appena riesco (oggi in mattinata avevo un negozio di dischi a portata di
mano ma era chiuso, come sempre il lunedì mattina) prendo sia Somewhere che
Imaginations se li trovo...
The Sentinel
2007-04-23 20:54:54 UTC
Permalink
Post by Stefano Rizzo
Post by Ray Alder IL BUFFO
Diciamo che sono molto meglio.
Per chiunque avesse scritto: se si considerano i migliori Manowar (o almeno
quelli che la stragrande maggioranza di chi conosce bene tutta la
discografia considera tali), cioe' quelli dei primi 4 dischi + Kings Of
Metal direi che non devono invidiare molto ai migliori BG, facendo finta che
abbia un senso un confronto tra stili/sound/approcci davvero diversissimi.
Post by Stefano Rizzo
Appena riesco (oggi in mattinata avevo un negozio di dischi a portata di
mano ma era chiuso, come sempre il lunedì mattina) prendo sia Somewhere
che Imaginations se li trovo...
non so a quanto li trovi nei negozi (dovrebbero essere cmq al massimo a
mid-price anche li', a meno che non becchi quello che vuole fare il furbo e
ladrare e li tiene sempre a prezzo pieno), ma ti dico che sui cataloghi
online tipo Sweet Music e altri sono a meno di 10 euro, anzi, alcuni se non
ricordo male l'ultima volta che l'ho spulciato (www.sweetmusic.biz, sezione
cd, sezione hard&heavy) li ho visti addirittura ad appena 6 euro, a cui devi
pero' aggiungere le spese di spedizione, ma se prendi qualche titolo e non
solo un paio (magari ordinando roba con un amico se puoi) ammortizzi
abbastanza e risparmi lo stesso nettamente rispetto ai negozi.

--
Alessio "The Sentinel"
Colossale Pezzo di Idiota
2007-04-23 20:57:31 UTC
Permalink
Post by Ray Alder IL BUFFO
- Tales from the Twilight Hall
- Somewhere far Beyond <-- capolavoro
- Imaginations from the other side <--- capolavoro
- Nightfall in Middle Earth
Tokyo Tapes è essenziale.

--

Io.
Ray Alder IL BUFFO
2007-04-24 08:23:55 UTC
Permalink
Post by Colossale Pezzo di Idiota
Tokyo Tapes è essenziale.
Intendevi forse Tokyo Tales?

(I live non gli ho messi, citando solo gli album in studio)


--
Ray Alder IL BUFFO
Pietro
2007-04-24 08:25:23 UTC
Permalink
Post by Ray Alder IL BUFFO
(I live non gli ho messi,
Ma perché non accendi mai il cervello prima di usare la tastiera?

Pietro
Ray Alder IL BUFFO
2007-04-24 09:39:51 UTC
Permalink
Post by Pietro
Ma perché non accendi mai il cervello prima di usare la tastiera?
Risparmio energetico, carenza idrica... Tempi bui, pit, tempi bui...


;-P


--
Ray Alder IL BUFFO
Mordred
2007-04-23 23:36:34 UTC
Permalink
(perchè fecero una cover dei queen e mi rimasero in mente)
Tra parentesi, che disco stupendo Forgotten Tales.
Solo i BG potevano impreziosire ulteriormente perle come Bright Eyes, Lord
of the Rings, Mordred's Song (toh, mi suona familiare;) ), Black Chamber.
Poi ci sono tutti i divertissement e le cover, senza dimenticare The Bard's
song cantata dal pubblico. Uno dei pochi dischi di raccolte che merita
veramente.

Mordred
Ray Alder IL BUFFO
2007-04-24 08:27:02 UTC
Permalink
Post by Mordred
Tra parentesi, che disco stupendo Forgotten Tales.
Solo i BG potevano impreziosire ulteriormente perle come Bright Eyes, Lord
of the Rings, Mordred's Song (toh, mi suona familiare;) ), Black Chamber.
Poi ci sono tutti i divertissement e le cover, senza dimenticare The Bard's
song cantata dal pubblico. Uno dei pochi dischi di raccolte che merita
veramente.
Quoto.

Disco che aggiunto alla discografia degli album in studio
impreziosisce
ulteriormente il loro lavoro.


--
Ray Alder IL BUFFO
I_AM_I
2007-04-24 08:33:39 UTC
Permalink
Post by Mordred
Tra parentesi, che disco stupendo Forgotten Tales.
Amen. Che aspettano a farne un altro simile?
Gli suggerisco io una cosa da fare: "The pass" dei Rush.

Gianluca
--
"L'unico dispiacere della mia vita
è di non essere qualcun altro."
W.Allen
Mordred
2007-04-24 08:45:17 UTC
Permalink
Post by I_AM_I
Amen. Che aspettano a farne un altro simile?
In effetti anche se i BG post NIME sono meno affascinanti dei primi, alcuni
pezzi in versione acustica potrebbero trasformarsi magicamente.
Ma adesso dovrebbe arrivare il disco sinfonico (con enorme rischio di
sputtanamento galattico). Mah, sperèm...
Post by I_AM_I
Gli suggerisco io una cosa da fare: "The pass" dei Rush.
Buona idea :)

Mordred
Niccolo' Carli
2007-04-24 09:25:02 UTC
Permalink
Post by I_AM_I
Amen. Che aspettano a farne un altro simile?
Gli suggerisco io una cosa da fare: "The pass" dei Rush.
Ti piacerebbe vederla trasformata in una marcetta bavarese?!?
Niccolo'.
The Sentinel
2007-04-24 17:22:42 UTC
Permalink
Post by Niccolo' Carli
Ti piacerebbe vederla trasformata in una marcetta bavarese?!?
Stai sbagliando gruppo, mica si parlava di gente come Running Wild o Grave
Digger nei loro momenti piu' assimilabili al tuo concetto di "marcetta
bavarese"...si parlava ancora dei BG, che mai o quasi hanno fatto cose
simili (a meno che per te ogni musica un po' "eroica" e fiera, con coroni
epicheggianti ma anche orecchiabili e magari su base tra lo speed e il tempo
medio/cavalcata non rientri tutta nella "marcetta bavarese", ma allora il
problema e' tuo).

--
Alessio "The Sentinel"
And don't forget my doggie, fixed and consequent (troll).
2007-04-24 11:16:19 UTC
Permalink
Post by I_AM_I
Post by Mordred
Tra parentesi, che disco stupendo Forgotten Tales.
Amen. Che aspettano a farne un altro simile?
Gli suggerisco io una cosa da fare: "The pass" dei Rush.
Gianluca
--
"L'unico dispiacere della mia vita
è di non essere qualcun altro."
W.Allen
Post by Mordred
Tra parentesi, che disco stupendo Forgotten Tales.
Amen. Che aspettano a farne un altro simile?
Quoto pure io.
Tra l'altro, vorrei evidenziare come il disco in oggetto sottolinei
l'importanza della (re)interpretazione.
Forse neanche loro ne erano granchè convinti prima di pubblicarlo,
come sottolineano i momenti apertamente cazzoni del tipo "tanto non ci
prenderanno mai sul serio", visti ad esempio nella parodia di Mr.
Sandman (è una parodia più che una cover).

E' una cosa perfettamente buona e giusta e, volendo, ricca di
comunicativa il semplice atto di *suonare* una canzone.
Nonchè elemento fondante del rock.

Più di un gruppo storico l'ha dimostrato, ma ultimamente sembra una
cosa da cazzari e contraria alla Vera Mvsica, forse per la
sovrabbondanza di cover band. Il che ha anche il duplice effetto di
rovinare tonnellate di bravi ragazzi che suonano e cantano bene
inducendoli a credere di dover scrivere un album per mettersi la
coscienza a posto. Coi risultati che sappiamo.
Post by I_AM_I
Gli suggerisco io una cosa da fare: "The pass" dei Rush.
Ce ne sarebbero finchè vuoi.

--

Io.
Mordred
2007-04-25 08:49:50 UTC
Permalink
Post by And don't forget my doggie, fixed and consequent (troll).
E' una cosa perfettamente buona e giusta e, volendo, ricca di
comunicativa il semplice atto di *suonare* una canzone.
Nonchè elemento fondante del rock.
Il fatto è che dischi di cover/reinterpretazioni penso se li possano
permettere solo le band commercialmente "forti" (BG, Dream Theater,
Metallica, Slayer), perchè il grande pubblico (magari non affezionatissimo)
vuole i pezzi nuovi, vuole conoscere la band per il materiale inedito,
quindi per le case discografiche tendenzialmente sono delle uscite un po' a
rischio.

Mordred
The Sentinel
2007-04-24 17:19:39 UTC
Permalink
Post by I_AM_I
Amen. Che aspettano a farne un altro simile?
Evidentemente non si ritengono ancora cosi' alla frutta da dover ricorrere
ogni tot anni ad un disco interamente fatto di cover, pezzi in versioni
leggermente diverse da quelle in studio, pezzi live etc., mi pare
normalissimo.

--
Alessio "The Sentinel"
zambra
2007-04-24 11:44:43 UTC
Permalink
Post by Stefano Rizzo
Come sono? Li conosco di nome da quindici anni (perchè fecero una cover dei
queen e mi rimasero in mente). Mi potrebbero piacere se non fossero troppo
infantile-finto-fantasy e molto ben costruiti nei suoni e nei pezzi.
Sono definibili Epic-metal? Rispetto ai Manowar come sono? credo meno
aggressivi...
vuoi un consiglio?
accattati un disco dei pantera e lascia stare quella robetta.

zambra.
And don't forget my doggie, fixed and consequent (troll).
2007-04-24 17:43:40 UTC
Permalink
Post by zambra
Post by Stefano Rizzo
Come sono? Li conosco di nome da quindici anni (perchè fecero una cover dei
queen e mi rimasero in mente). Mi potrebbero piacere se non fossero troppo
infantile-finto-fantasy e molto ben costruiti nei suoni e nei pezzi.
Sono definibili Epic-metal? Rispetto ai Manowar come sono? credo meno
aggressivi...
vuoi un consiglio?
accattati un disco dei pantera e lascia stare quella robetta.
Il prossimo!

--

Io.
Stefano Rizzo
2007-04-24 16:33:24 UTC
Permalink
Post by Stefano Rizzo
Come sono? Li conosco di nome da quindici anni (perchè fecero una cover
dei queen e mi rimasero in mente). Mi potrebbero piacere se non fossero
troppo infantile-finto-fantasy e molto ben costruiti nei suoni e nei
pezzi.
Sono definibili Epic-metal? Rispetto ai Manowar come sono? credo meno
aggressivi...
Steve
Preso solo Imaginations perchè Somewhere non c'era. Buon consiglio, mi sta
piacendo anche se quelle chitarre melodiche alla helloween non mi fanno
impazzire (ma ci sono molti altri elementi nella musica dei BG, quindi sono
comunque interessanti). Non credevo fossero così aggressivi, comunque...bel
disco.
The Sentinel
2007-04-24 17:37:46 UTC
Permalink
Post by Stefano Rizzo
Preso solo Imaginations perchè Somewhere non c'era. Buon consiglio, mi sta
piacendo anche se quelle chitarre melodiche alla helloween non mi fanno
impazzire
Sono mediamente piu' thrashy (i riff dico) degli Helloween cmq, e quel disco
segno' un cambio abbastanza evidente di suono (lo sentirai quando
recupererai i precedenti, o anche il live del '93, che racchiudeva un po'
tutti i migliori pezzi dei primi 4 dischi), dovuto al cambio di produttore e
forse ad un loro tentativo di rinnovarsi un po' da quel punto di vista (ma
anche come stile per certi versi ci fu una leggera virata): prima erano piu'
secchi, classici, taglienti etc. un po' in tutto, dalle chitarre alla
batteria e con la voce che spiccava di piu' sulla musica, mentre li' si
fecero appunto piu' compressi, "cupi", con la voce piu' immersa nella musica
(e Hansi sempre piu' roco e "sgraziato" tra l'altro, almeno nelle parti
normali, quelle urlate e sui pezzi elettrici e sparati), ricordando per
certi versi il sound di dischi come "...And Justice For All" dei Metallica
(e non e' un caso, il produttore che presero per "Imaginations..." era
proprio Flemming Rasmussen).

I primissimi ascolti al tempo (fu il primo disco in studio di loro comprato
in diretta) ammetto che mi delusero un poco, abituato a quella scaletta da
brivido del primo live ufficiale appunto, che avevo consumato letteralmente
da quando era uscito (comprato perche' esaltato troppo da una rece su Flash,
rivista che li scopri' per prima in Italia tra l'altro, e li pubblicizzava
il piu' possibile, in particolare il caporedattore Klaus ne era un fanatico
al tempo), e che aveva come dicevo un suono molto piu' classico, asciutto e
tagliente.
Post by Stefano Rizzo
(ma ci sono molti altri elementi nella musica dei BG, quindi sono comunque
interessanti).
si certo, quello che hai preso te aveva gia' poco o nulla a che fare con
qualsiasi cosa degli Helloween, e dopo diventeranno ancora piu' unici e
personali col successivo. Ma gia' i precedenti 2 dischi ti accorgerai che
non erano certo dei cloni dei colleghi, avevano gia' sviluppato uno stile
tutto loro, pur essendo partiti da ovvie influenze a inizio carriera, questo
senza dubbio, come dicevo l'hanno sempre ammesso senza problemi anche
loro...
Post by Stefano Rizzo
Non credevo fossero così aggressivi, comunque...
purtroppo in giro ci sono voci che spesso confondono del tutto, ad esempio
(non so se e' il tuo caso eh, se tu avessi sentito o no cose del genere e ti
aspettassi quindi robetta molto edulcorata) c'e' addirittura chi fa di tutta
l'erba un fascio e trova praticamente che facciano lo stesso tipo di (power)
metal i BG e gente come Freedom Call, Sonata Arctica e simili, o anche
Stratovarius (questi pero', pur agli antipodi come stile, almeno qualche
disco buono e anche con pezzi di una certa aggressivita' e non totalmente
innocui l'hanno fatto, quelli prima nemmeno questo), Hammerfall etc.,
dimostrando cioe' di avere o enormi pregiudizi su qualsiasi cosa che sentano
associata alla parola "power", o semplicemente di avere sulle orecchie fette
di prosciutto spesse mezzo centimetro :-D

--
Alessio "The Sentinel"
Continua a leggere su narkive:
Loading...